Economia Ragusa

Cassa edile Ragusa, erogati un milione di euro ai lavoratori

Donati 20 mila euro alla Caritas ragusana

Ragusa - Di fronte alla profonda crisi determinata dalla emergenza sanitaria covid-19, che ha colpito duramente il settore edile, la cassa edile di ragusa, in applicazione all’accordo nazionale sottoscritto il 23 marzo, dalle associazioni datoriali, Ance e artigiani, e il sindacato degli edili, ha messo in campo tutte le risorse disponibili a favore dei lavoratori edili e alle agevolazioni previste per le imprese.

Nell’arco di appena 10 giorni, agli operai, sono stati anticipati ed erogati prima della Pasqua, il 6 aprile € 476.325 a numero 909 operai per anzianità professionale edile, di norma erogati a metà maggio,  e l’ 8 aprile € 503.275 a n. 1513 operai per acconti sugli accantonamenti, di norma erogati nel mese di luglio, ed altre erogazioni straordinarie saranno effettuate entro il mese in corso.
Per le imprese sono state attivate, immediatamente, tutte le procedure inerenti la sospensione dei versamenti di febbario e marzo, ed altre agevolazioni per i pagamenti pregressi e contingenti, al fine di garantire la corretta regolarità contributiva delle imprese.

La cassa edile di Ragusa vuole dare anche un segnale tangibile di vicinanza e solidarietà nell’ambito del sociale e per questo donerà un contributo straordinario di € 20.000 a favore della Caritas, per sostenre le tante famiglie del territorio ibleo, mirato ad allievare i disagi in cui versano i meno abbienti e i tanti disoccupati edili, e cercare di rendere felici i più piccini, che in questo drammatico momento, diventano, alla pari delle imprese e dei lavoratori, priorità assoluta.