Cronaca Ragusa

Domenica di Pasqua, molti iblei fuggiti a mare, a far barbecue

La mamma degli irresponsabili è sempre incinta

Ragusa - Un ripopolamento improvviso della fascia costiera, con i fumi del barbecue a testimoniare una improvvida vitalità. La notte tra il Sabato Santo e la Domenica di Pasqua, nuova fuga dai comuni ragusani verso le località di mare. Tutta la fascia costiera che va da Macconi e Marina di Acate fino alla Marza di Ispica registra la riapertura delle case estive, in barba alle leggi anti contagio emanate dal Governo. 

Le case sulle spiagge sono diventate il focolare della festa, dove rinfrancarsi dalla Quarantena. Dopo l'esodo della notte tra venerdì e sabato, denunciato dal sindaco di Ragusa Peppe Cassì, una nuova ondata di trasferimenti si è registrata la scorsa notte. La mamma degli irresponsabili è sempre incinta. 

Resta una certezza: siamo un popolo che davanti alla salsiccia è disposto a rischiare la vita propria e quella degli altri. 


© Riproduzione riservata