Cronaca Modica

Furto e danneggiamento di telecamere, denunciati modicano e sciclitano

Manomettevano la videosorveglianza per favorire i responsabili di discariche abusive

Modica - Due persone, rispettivamente, di 25 e 45 anni, sono state deferite alla Procura della Repubblica di Ragusa dalla Polizia Locale di Modica, a seguito di una indagine, avviata lo scorso 20 marzo, dopo la denuncia presentata dalla responsabile del Settore Ambiente ed Ecologia del Comune.

I due, infatti, avevano manomesso parte dei contenuti delle registrazioni effettuate dalle telecamere utilizzate contro il fenomeno dell’abbandono e del conferimento non differenziato dei rifiuti, ed avevano anche sottratto una videocamera. I fatti oggetto dell’indagine, eseguita dalla sezione di Polizia Giudiziaria, avevano riguardato, specificatamente, tre località in territorio comunale: Contrada Busita Carranzonza, Via Modica Ragusa e Via Taormina. In quest’ultima zona, che si trova a Marina di Modica, era stata asportava una delle telecamere installate nel luogo.
Nonostante le difficoltà dettate dall’emergenza Covid-19 che sta impegnando tutte le forze disponibili, l’indagine è stata condotta a termine. E’ stato individuato e denunciato un 25enne sciclitano, dipendente di un’azienda che opera nel settore della videosorveglianza, per danneggiamento di dati informatici utilizzati da un ente pubblico o, comunque, di pubblica utilità. Stessa sorte è toccata a un modicano di 45 anni, imprenditore autonomo del settore, accusato di furto aggravato.


© Riproduzione riservata