Benessere Prima dei farmaci

Dieta: i cibi che fungono da antibiotici naturali

Gli alimenti che aumentano le difese immunitarie

Alcune sostanze naturali hanno proprietà antibatteriche, ma ci sono anche degli agli alimenti che fungono da antibiotici naturali. Quando devono essere assunti? Scopriamolo insieme. Il problema degli antibiotici oggi, è l’abuso che se ne è fatto, usato a sproposito. Ad esempio contro le malattie causate da virus, l’antibiotico è completamente inutile. E a questo si aggiungono i pesanti effetti collaterali che il farmaco provoca quando viene ingerito, tanto che 1 persona su 10 ha problemi intestinali dopo l’uso, mentre 1 persona su 15 ha una allergia a questa classe di farmaci. Per questo motivo, molti stanno ritornando all’uso di antibiotici naturali, cercando in questo modo di arginare anche il problema della resistenza agli antibiotici, che nemmeno quelli ad ampio spettro riescono a risolvere completamente. Si tratta, una volta tanto, di un ritorno al passato, dato che molti di questi rimedi erano usati dai nostri nonni, si trovavano comunemente sulla loro tavola, motivo per cui si ammalavano molto meno rispetto ad oggi. Quali sono gli alimenti naturali che hanno proprietà antibatteriche? ma quali sono sicuri e quando devono essere assunti?

I cibi che fungono da antibiotici naturali prima di ricorrere alle medicine

L’uso eccessivo di antibiotici è poco consigliato e molti esperti stanno optando per la prescrizione dei migliori antibiotici naturali che, anche se non potenti come quelli farmacologici, danno buoni risultati e non possiedono gravi effetti collaterali. Prima di ricorre alle medicine, quindi converrebbe includere nella propria dieta alcuni alimenti che combattono le infezioni in modo naturale. Non sono semplici alimenti, ma dei veri e propri farmaci e antibiotici naturali. Scegliendo i cibi giusti, si può rafforzare l'organismo. Non sono semplici alimenti, ma dei veri e propri farmaci e antibiotici naturali che, grazie alle loro proprietà curative, forniscono un'alternativa naturale soprattutto in termini di prevenzione. Curare la dieta alimentare, infatti, è uno dei modi migliori per supportare la propria salute e prevenire l’insorgere di patologie a vari livelli. Scegliendo i cibi giusti, si può rafforzare la memoria, dormire meglio, aumentare la concentrazione e anche sentirsi meno stanchi e stressati. È infatti scientificamente provato che la composizione e le qualità nutritive di molti alimenti abbiano effetti positivi su umore, memoria, sonno e concentrazione, e che alcuni siano addirittura curativi, poiché aumentano il benessere mentale, trasformandosi così in veri e propri antidepressivi e antistress naturali. Gli antibiotici naturali sono costituiti da un gruppo di piante e sostanze, da queste derivate, in grado di combattere la presenza e la proliferazione dei batteri nel corpo umano.

Antibiotici naturali: dove si trovano?

Curcuma: Questa erba è stata usata nella medicina ayurvedica e cinese per molte migliaia di anni per trattare una vasta gamma di infezioni. Le qualità antibatteriche e anti-infiammatorie sono note per essere altamente efficaci nel trattamento di infezioni batteriche. Può anche essere utilizzato topicamente per il MRSA e ulteriori lesioni della pelle.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1592892665-3-di-raimondo-mercedes.gif

Aglio: Da secoli viene utilizzato per le sue proprietà curative e preventive. Diverse ricerche hanno dimostrato che l’aglio sia un trattamento efficace contro molte forme di batteri, inclusi Salmonella ed Es Cipolla (Allium cepa)

Cipolla: La cipolla contiene sostanze solforate dotate di proprietà antibiotiche. Inoltre, è dotata anche di attività antinfiammatoria e sembra utile nella prevenzione dell'aterosclerosi cherichia coli (E. coli). Scopri qui tutti i poteri dell’aglio.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1592892665-3-di-raimondo-mercedes.gif

Miele: Dai tempi di Aristotele, il miele è stato usato come unguento per guarire le ferite e prevenire le infezioni. Effettivamente anche studi recenti hanno dimostrato come possa essere utile nella cura di ferite croniche, bruciature, ulcere e piaghe da decubito. Gli effetti antibatterici del miele sono generalmente attribuiti al perossido di idrogeno.

Zenzero: La comunità scientifica ha riconosciuto lo zenzero come antibiotico naturale. Diversi studi hanno dimostrato che questa radice ha la capacità di combattere molti batteri. Scopri qui tutte le virtù dello zenzero

Echinacea: Nativi Americani usano da secoli l’echinacea per curare infezioni e ferite. Diversi studi confermano che in effetti può uccidere molto differenti batteri, tra cui lo Streptococcus pyogenes, responsabile della faringite e della necrosi della pelle. L’echinacea può anche combattere l’infiammazione legata alle infezioni batteriche.

Idraste: L’idraste è una pianta originaria del Nord America. Spesso è consumato come tisana o in capsule per curare problemi respiratori e digestivi. Può essere usata anche per combattere la diarrea batterica e le infezioni al tratto urinario. In più studi recenti la ritengono affidabile anche per le infezioni della pelle. Attenzione perché questa pianta – il cui nome originale è goldenseal – può causare interferenze con alcuni medicinali. Quindi se state seguendo una terapia e volete assumere questa pianta parlatene prima con il vostro medico. Non possono assumerlo i bambini e le donne durante la gravidanza o l’allattamento.

Chiodi di garofano: chiodi di garofano sono stati usati in genere per curare i denti. Il suo estratto è efficace contro molti diversi tipi di batteri.

Origano: molti sono convinti che questa spezia sia in grado di rinforzare le difese immunitarie e abbia poteri antinfiammatori. Diversi studi confermano il suo potere antibiotico specie se usato sotto forma di olio.

I rischi degli antibiotici naturali. Non tutto ciò che è naturale è anche sicuro. La quantità e la concentrazione di principi attivi varia soprattutto quando sono inseriti in integratori. Ad esempio assumere integratori di aglio può far aumentare il rischio di sanguinamento.


© Riproduzione riservata