Economia Modica

Fase 2 e ripresa, le proposte di Confcommercio a Modica

“Sul tappeto tutta una serie di questioni per aiutare le imprese del settore”

Modica - “Ieri mattina ho avuto modo di fare una lunga videochiamata con il sindaco Ignazio Abbate in merito a tutta una serie di problematiche da gestire in questo periodo così difficile ed inaspettato. Quasi tutte le attività produttive particolarmente colpite da questa emergenza sanitaria, avranno, lo sappiamo bene, grosse difficoltà a ricominciare non appena sarà possibile. Pertanto, oltre all’aiuto economico già promesso sul contributo dell’affitto a tutte quelle aziende che ne hanno fatto richiesta e che a giorni notificheranno l’accettazione da parte dell’amministrazione comunale ed il conseguente pagamento ai proprietari degli immobili, ho appreso che è stata deliberata la riduzione del ben 70% dalla Tari e dalla Tosap 2020, oltre alle altreriduzioni già in atto”. A dirlo il presidente Confcommercio Modica, Emanuele Iemmolo, il quale precisa che “possono accedere a questa agevolazione tutte le imprese artigiane e commerciali che non hanno già usufruito del contributo sugli affitti e che sono state chiuse o che comunque possono dimostrare di aver avuto un calo drastico degli affari”.

“Il danno maggiore legato al Covid 19, e che sicuramente si protrarrà ancora più a lungo – prosegue Iemmolo – è nel settore turistico per il quale Abbate ha proposto di sospendere per l’anno 2020 l’imposta di soggiorno e di spendere le somme dei capitoli destinati al turismo in campagne promozionali del nostro territorio, finalizzate alla creazione di eventi volti ad attrarre nel comprensorio modicano turisti anche a livello locale, regionale, nazionale e internazionale. Si è puntata l’attenzione pure su attività come rosticcerie, pasticcerie e dolcerie equiparando le stesse ai supermercati, ai panifici, al fine di consentirne la riapertura sempre nel rispetto delle norme che ben conosciamo. La prossima settimana fisseremo una nuova videochiamata per definire più in dettaglio altri punti d’interesse collettivo utili per programmare nel migliore dei modi quella che viene chiamata la fase 2”.


© Riproduzione riservata