Attualità Modica

A Marina di Modica le scarpe appese ai fili della pubblica illuminazione

A Marina di Modica sarà solo la mancanza del che fare

Modica - Fa un certo effetto vedere, in via del Laghetto, a Marina di Modica, diversi paia di scarpe appese ai fili della pubblica illuminazione. Sono scarpe anni Novanta, sembrano delle Converse a distanza, scarpe penzolanti sornione sulla testa di chi passa da quella strada sinora deserta, destinata a popolarsi in estate, il Virus nonostante. 

La pratica di lanciare in aria scarpe legate tra loro e lasciarle appese ai cavi elettri o della linea telefonica è nota in tutto il mondo come shoefiti, parola nata dalla crasi di shoe (scarpa) e graffiti. Cosa si cela dietro il fenomeno delle scarpe volanti?

Questa strana tradizione è nata nelle zone rurali e urbane deli Stati Uniti come manifestazione del folklore adolecenziale, per poi diffondersi subito in Colombia, Brasile, Messico, Perù, Ecuador e Argentina. Grazie ad Internet il fenomeno è ben presto dilagato nelle principali città europee e in Australia assumendo i più diversi significati. C’è chi sostiene che le scarpe appesa ai fili segnalano i luoghi in cui c’è spaccio e consumo di droga o in cui è possibile compiere furti. Chi è convinto che sia una pratica usata dalle bande giovanili per delimitare i confini. O ancora c’è chi dice che le scarpe volanti vengano lanciate alla fine della scuola o in prossimità di un matrimonio, quando si perde la verginità o per festeggiare la fine del servizio di leva di un rito di passaggio in ambito militare.

Insomma lo shoefiti ha alimentato non poche leggende metropolitane tant’è che recentemente i cavi elettrici sono stati sostituiti dagli alberi, sui cui rami non è raro trovare vecchie scarpe, tacchi a spillo e modelli di vario genere. In Nuova Zelanda addirittura è diventata una pratica sportiva amatoriale nelle comunità agricole in cui ci si sfida a lanciare più lontano o più in alto gli stivali di gomma.

A rafforzare questa consuetudine bizzarra anche alcuni film americani, dove si commemorano persone scomaprse con il lancio delle scarpe. A Marina di Modica sarà solo la mancanza del che fare. 


© Riproduzione riservata