Attualità Fase Due

Ecco perché il TNT è il nemico del tuo ristorante

TNT è l’acronimo di tessuto non tessuto

Scicli - Tra pochi giorni riapriranno ristoranti e trattorie. Alcuni per vestire i loro tavoli, prima della quarantena, utilizzavano tovaglie e tovaglioli in TNT usa e getta, ovvero quelle tovaglie dal tessuto strano che somiglia alla carta ma che carta non è. Fino a prima del lockdown, molti ristoratori utilizzavano questo materiale per una facilità di gestione: più o meno costava quanto noleggiare il tessile e una volta usato andava buttato direttamente nei rifiuti, senza stoccaggio nei magazzini, in attesa che qualcuno passasse infine a ritiralo per il lavaggio. TNT è l’acronimo di tessuto non tessuto. Una tipologia di materiale usa e getta che non è lavabile e nemmeno riutilizzabile perché si rovina facilmente. Purtroppo non è neanche biodegradabile, quindi è altamente inquinante.

In realtà i punti di debolezza del TNT sono tantissimi: oltre ad inquinare più del doppio rispetto al tessile, la quasi totalità di quello che arriva in Italia proviene dalla Cina, ovvero il luogo da cui è partito il problema Covid19. Mangeresti su un tessuto che non viene igienizzato e che subito dopo prodotto viene imballato, portato nei depositi, poi nei container e dopo nei magazzini dei distributori che lo fanno arrivare nei ristoranti? Probabilmente la risposta è no. Per questo abbiamo chiesto ad una lavanderia del territorio cosa ne pensasse.

Il consiglio di LavaPro, una lavanderia professionale di Scicli, è guardare al futuro non solo per il benessere degli ospiti ma anche e soprattutto per garantire una sostenibilità ambientale. Ogni ristoratore non dovrebbe pensare solo alla qualità del cibo, delle materie prime, ma dovrebbe fare in modo che la sicurezza si accompagni di pari passo con il benessere.

“È solo rivolgendoti ad una lavanderia professionale che i ristoratori possono risolvere contemporaneamente diversi problemi di gestione. Per esempio, noi di LavaPro possiamo: Garantire un’igienizzazione maggiore, grazie alle macchine MIELE e ai detergenti sanificanti che utilizziamo.
Mantenere un alto standard estetico del ristorante sia in termini di confort che di tradizione, grazie al tovagliato che proponiamo a noleggio.
Aiutare i ristoratori a inquinare meno e a prendersi cura dell’ambiente lasciando ai figli di tutti un mondo più sano e meno inquinato dal TNT."
Il lavaggio industriale del tessile garantisce*:
-53% del riscaldamento globale
-27% impoverimento strato di ozono
-50% ossidazione fotochimica (smog)
-92% produzione rifiuti

*Fonte: Life Cycle Assessment intero ciclo di vita su 1 mq d tovagliato (se standard: 1 tovaglia, 1 coprimacchia, 4 tovaglioli) riutilizzabile e monouso, Ambiente Italia Srl (2010). Per saperne di più si può visitare il sito di LavaPro o il loro stabilimento a Scicli in Contrada Zagarone, al fine di programmare meglio la ripartenza.