Sanità Vittoria

Neurologia a Vittoria: grazie a tutti!

“Dopo la mia esperienza posso dire che viviamo in una provincia dove la sanità funziona davvero”

Vittoria - Una lettera inviata al direttore generale dell’Asp quella di una paziente, da poco dimessa, che testimonia come nel reparto di Neurologia, “R. Guzzardi”- Vittoria, durante la sua degenza ha trovato, in primis, il dottore Antonello Giordano e la sua equipe, persone prima che professionisti, dotati di grande umanità, umiltà e rispetto.

La lettera firmata della giovane paziente: Egregio Direttore,
sento il bisogno di scriverle questa lettera perché è giusto che lei sappia come lavorano i dipendenti dell’Azienda Sanitaria di Ragusa.
Nello specifico desidero, brevemente, raccontarle la mia esperienza personale.
Circa due mesi fa sono stata ricoverata a Vittoria nel reparto di Neurologia.
Ho registrato, da subito, un’accoglienza carica di umanità oltre che di professionalità. Tutti, e sottolineo tutti, hanno cercato di rassicurare me ed i miei cari, nonostante le mie condizioni si presentavano abbastanza complicate. Il Dott. Giordano, in particolare, ha capito sin da subito che bisognava fare indagini più specifiche per individuare il problema. E non si è dato tregua fino a quando non è riuscito a capire cosa avessi. Dopodiché è iniziato il percorso di cura specifico, in cui ho vissuto momenti bui e poveri di speranza. Ma, per mia fortuna, sono stata affiancata da un'equipe medica formata da persone speciali che, nonostante il covid-19 mi abbia tenuto lontano dai miei affetti più cari, sono riusciti a compensare questa mancanza con il loro supporto psicologico.

Ad oggi, dopo la mia esperienza, posso dire che viviamo in una provincia dove la sanità funziona davvero.

Ci tengo a far sapere la mia riconoscenza che provo per il dottore Giordano e la sua equipe. Un reparto che non ha nulla da invidiare a certe realtà. Anche questa provincia ha le sue eccellenze ed io posso gridarlo a voce alta.
Modica, 11/05/2020
M.G.G.
Foto: Reparto di Neurologia, dott. Giordano al centro da destra.