Cronaca Noto

Trovati col detector a rubare reperti archeologici

Una banda di catanesi

Noto - Agenti del Commissariato di polizia di Noto, al termine di una veloce operazione di polizia giudiziaria, hanno arrestato Alberto Gulisano, 21 anni, Massimo Consolato Rapisarda di 44, Andrea Rapisarda di 38, Giovanni Castro, 40 anni, tutti residenti in provincia di Catania, per il reato di tentato furto aggravato di beni archeologici.
Nel pomeriggio di ieri, a seguito di segnalazione di autovettura sospetta all’interno dell’area archeologica di Eloro, dove già nel recente passato erano stati rubati alcuni reperti archeologici, i Poliziotti, giunti sul posto, hanno sorpreso 4 uomini intenti a scavare con l’ausilio di strumentazione specifica ( 2 zappe, 3 picconi, 1 metal detector completo di piastre, cuffie e batterie).
I ladri, visto l’arrivo della Polizia, hanno cercato di fuggire ma venivano raggiunti dagli Agenti e tratti in arresto.
Effettuate delle accurate perquisizioni, gli Agenti hanno recuperato cocci di vasi antichi, gravemente e negligentemente danneggiati a seguito delle picconate dei ladri.
Gli arrestati sono stati condotti in carcere.
E’ verosimile che i quattro, nel recente passato, abbiano commesso altri furti nell’importante sito archeologico di Eloro.


© Riproduzione riservata