Cronaca Scicli

Dopo il lockdown a Scicli è ripartita la cocaina

Lo spacciatore va in carcere a Noto

Scicli - I Carabinieri della Tenenza di Scicli hanno tratto in arresto in flagranza di reato un cittadino albanese per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
L’operazione dei militari dell’Arma ha preso le mosse dal capillare controllo del territorio che ha condotto a raccogliere informazioni su un fiorente movimento che si era concentrato, con la rinnovata mobilità dei cittadini, intorno ad un giovane albanese già gravato da precedenti penali. L’attività di osservazione dei Carabinieri ha condotto a numerosi indizi sulla possibile attività di spaccio dell’uomo di 20 anni, da anni residente a Scicli. Il blitz è scattato nella serata quando l’uomo è stato oggetto di perquisizione personale e domiciliare, che ha permesso di rinvenire ingente quantitativo di droga. Un sequestro dalle dimensioni davvero considerevoli per la cittadina ove si registra la serie del noto Commissario Montalbano, infatti, i militari hanno rinvenuto oltre 100 grammi di cocaina pura e circa 20 grami di marijuana, a dimostrazione di una fiorente attività di spaccio. Lo stupefacente che è stato sequestrato e verrà sottoposto alle successive analisi, avrebbe fruttato oltre cinquemila euro.

Il giovane Artur Lecini, già gravato da prcedenti specifici, è stato arrestato e sottoposto agli arresti presso la casa di reclusione di Noto, a disposizione del Pubblico Ministero di turno della Procura iblea, dottor Scollo.
L’incessante attività di controllo del territorio rivolta a prevenire la recrudescenza dei fenomeni criminali nel territorio ibleo vede impegnate le numerose pattuglie delle Stazioni Carabinieri e del Nucleo Operativo e Radiomobile, così da permettere un’attenzione costante alle esigenze dei cittadini del territorio.