Giudiziaria Vittoria

Condannato a 9 anni l'uomo che travolse i cuginetti

L'accusa aveva chiesto un anno in più

Vittoria - Il Gup del Tribunale di Ragusa Ivano Infarinato ha condannato a 9 anni di carcere Rosario Greco, l'uomo che l'11 luglio dell'anno scorso travolse e uccise col suo Suv i due cuginetti Alessio e Simone D'Alessio, mentre giocavano davanti all'uscio di casa. Il pm Fabio D'Anna aveva chiesto 10 anni. A Greco è stata pure confiscata l'auto.

In aula erano presenti anche i genitori dei due cuginetti uccisi, che, alla lettura della sentenza, sono scoppiati in lacrime. "Hanno ammazzato i nostri figli per la seconda volta, è assurdo, chi sale in macchina drogato e ubriaco è un criminale e merita l'ergastolo. Si divertivano a gironzolare per la città in quello stato. Il ministro Bonafede ci aveva promesso che cambierà la legge. Deve cambiare la legge, ce lo aveva promesso; almeno varrà per gli altri, in futuro". Greco è stato accusato di omicidio stradale e ha ottenuto il rito abbreviato. I genitori dei cuginetti e il comune di Vittoria, costituitosi parte civile, avevano chiesto che venisse considerato come capo d'imputazione l'omicidio volontario con dolo. Rosario Greco, figlio del boss Elio Greco, era in auto con altre tre persone la sera della strage e aveva bevuto e assunto cocaina.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1594547495-3-tayaran-jet.jpg