Attualità Menfi

John Peter Sloan, l'inglese che insegnava divertendo

Il comico inglese aveva scelto di vivere in Sicilia nel 2016

Menfi, Agrigento - E' morto improvvisamente, a 51 anni, a Menfi, sua città d'adozione dal 2016, dove viveva con la compagna Asia, di 20 anni più giovane. Una figlia ventenne, e tanti cani adottati. Peter Sloan, ironia british e anima rock da musicista consumato, aveva conquistato l’Italia importando un metodo rigorosamente suo e molto imitato per imparare l'inglese, ma era diventato noto al grande pubblico grazie ad apparizioni tv e spettacoli, oltre alla pubblicazioni di tanti libri per imparare la lingua, tutti best seller.

Le sue lezioni di inglese sono diventate un cult, noto al pubblico per gli spettacoli educativi in lingua inglese portati in scena al teatro Zelig. E’ stato tra i protagonisti di Zelig televisivo e al teatro di viale Monza di Milano, l’ultima volta nel 2019 con uno dei suoi esilaranti spettacoli. Di padre irlandese e madre inglese, a 16 anni Sloan lascia l’Inghilterra e viaggia per l’Europa come cantante e chitarrista. Nel 1990 approda in Italia e fonda un gruppo rock, i The Max, dei quali è il frontman.

La band, racconterà lo stesso Sloan nel proprio sito web, rimane attiva fino al 2000, quando nasce sua figlia. Decide quindi di interrompere il tour e si dedica in Italia all’insegnamento della lingua inglese, per la quale propone un proprio metodo, nel quale gioca un ruolo determinante la componente ludica. Nel 2011 fonda la sua prima scuola, John Peter Sloan - la Scuola, a Milano e nel 2013 apre una seconda sede a Roma,e poi in Sicilia, a Menfi. Nel 2007 diventa noto al pubblico milanese per alcuni spettacoli educativi in lingua inglese portati in scena al teatro Zelig, nell’ambito della rassegna Zelig in English. Quattro anni fa aveva lasciato Milano, sostenendo che in Sicilia aveva trovato la sua epifania. 


© Riproduzione riservata