Economia Modica

Sindaco Abbate, non ci metta in ginocchio

Il sindaco Ignazio non pubblica le ordinanze

Modica - Un calo dell'85% degli incassi rispetto allo stesso periodo del maggio 2019. Sono i commercianti di Marina di Modica a snocciolare i numeri del registratore di casa del 31 maggio, anno di grazia 2020. Il sindaco Ignazio Abbate, con ordinanza che non è pubblicata sul sito del Comune di Modica (come del resto quella sulla movida), sabato 30 maggio ha chiuso alle auto la piazza Mediterraneo a Marina di Modica e la piazza Antonello da Messina (la seconda piazzetta), rendendo impossibile l'accesso alla frazione rivierasca. 

Nessuna comunicazione preventiva, nessuna concertazione. Oggi i modicani hanno constatato l'impossibilità di accedere a Marina, a causa dell'inesistenza di un alternativo piano percheggi. La scorsa estate il Comune affittò, per quindici giorni, in via del Laghetto, un terreno sabbioso (dove le auto che non fossero 4x4 si arenavano) per dare risposta all'esigenza di una sosta nella borgata di mare.

Sabato, invece, il colpo tranchant, con cui il primo cittadino ha chiuso la borgata, facendo pagare ai modicani la festa di sette giorni fa, quando vi furono assembramenti eccessivi, pure denunciati dal nostro giornale. Così, da un eccesso si passa a un altro, mentre i commercianti raccontano: "I modicani oggi, dopo aver fatto tre giri di Marina a vuoto, sono andati a Pozzallo, o a Sampieri". 


© Riproduzione riservata