Benessere Questione di sonno

Insonnia da Coronavirus? Come combatterla con i rimedi naturali

Le erbe che fanno dormire

Il diffondersi del Coronavirus, come ben sappiamo ha provocando una situazione di emergenza sanitaria, economica e psicologica ma non solo, ha anche generato una condizione di forte stress e ansia in tutti noi. Il 45% della popolazione italiana soffre di insonnia a causa dello stress legato al Coronavirus. La fatica ad addormentarsi e le interruzioni del sonno sono legate allo stress di questo periodo delicato. Ansia, incertezza del futuro e cosiddetta sindrome della capanna, ossia la paura di tornare alla normalità possono influenzare anche il sonno. Non dormire bene la notte provoca però ha diverse conseguenze negative sulla salute fisica e mentale. Il disturbo dell'insonnia era molto diffuso tra giovani e meno giovani, anche prima dell'arrivo del Covid, ma, sicuramente, il lockdown, la lontananza dai cari, la perdita del lavoro per alcuni, i problemi economici per altri, ne hanno aumentato i casi. Per comprendere come questo possa avere avuto delle ripercussioni sulla qualità del sonno occorre, ora che oramai siamo in piena Fase due, confrontarci proprio con “lei”, l’ansia.

Il malessere diurno legato al non dormire ci porterà molto probabilmente ad adottare comportamenti per compensare questa perdita di sonno, come il dormire fino a tardi al mattino, l’effettuare sonnellini pomeridiani, il bere bevande stimolanti e l’estendere il tempo trascorso a letto. Quest’ultimo fattore aumenta le possibilità di andare incontro a uno stato di veglia determinando un sonno frammentato.

La continua preoccupazione è diventata nemica del ritmo del sonno disturbando il naturale processo di:
Rilassamento
Sonnolenza
Addormentamento

Quali sono le conseguenze dell’insonnia?
Un sonno disturbato, nella maggior parte dei casi, causa più preoccupazioni e attitudini negative con la conseguente incapacità di poter gestire le proprie emozioni (incertezza e paura). Infatti, tra i principali sintomi riscontrabili “il giorno dopo” abbiamo:
Irritabilità
Stanchezza
Difficoltà di attenzione e concentrazione

Tra i comportamenti (errati) che spesso si adottano durante il giorno, conseguenti ad una notte insonne e quindi alla perdita di sonno, ritroviamo:
Dormire fino a tardi al mattino;
Fare dei sonnellini pomeridiani;
Bere molto caffè o altre bevande stimolanti;
Trascorrere a letto più tempo del dovuto.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1594547495-3-tayaran-jet.jpg

Si viene, così, a creare un circolo vizioso che comincia dall’essere costretti a rimanere in casa che a sua volta aumenta il rischio dell’insonnia, che viene alimentata dai cattivi comportamenti sopra indicati.

Come possiamo mantenere stabile il ritmo sonno-veglia in maniera naturale? Per sincronizzare il nostro orologio biologico è assolutamente necessario svegliarsi ogni giorno alla stessa ora (anche se durante la notte si è dormito poco), stabilendo quindi l’orario in cui andare a dormire e quello in cui svegliarsi. In questo modo, pian piano verrà ripristinato il giusto ritmo sonno-veglia. Se si fa fatica ad addormentarsi si consiglia di andare in un’altra stanza e fare qualcosa che possa distenderci fino a che non si avvertano i primi segni di sonnolenza, ripetendo, se necessario, più volte quest’azione durante la notte.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1594547495-3-tayaran-jet.jpg

Consigli per regolare il nostro orologio biologico: Per prima cosa, Limitare il consumo di caffè o di altre bevande o sostanze stimolanti, soprattutto durante il pomeriggio;
Limitare o eliminare il consumo di tabacco;
Limitare l’uso di tablet, smartphone o di altri dispositivi durante la sera
Controllare gli orari del pranzo e della cena (non pranzare o cenare sul letto);
Praticare attività fisica, da evitare nelle ore che precedono il sonno;
Migliorare la qualità dell’aria attraverso il ricambio della stessa (la temperatura della camera da letto non deve essere superiore ai 18°C);
Usare la camera da letto solo per dormire o per l’attività sessuale;
Aiuta a ridurre la tensione muscolare e ad allontanare i pensieri negativi facendo attività rilassanti (almeno 2 ore prima di andare a dormire);
Limitare ad alcuni momenti le informazioni relative al Coronavirus e accertarsi che le fonti siano attendibili;
Imparare a gestire (e non a lottare contro di esse) le emozioni dolorose attraverso l’accettazione.

Insonnia, rimedi naturali per combatterla
Cause e rimedi naturali per combattere l'insonnia
Come anticipato, le principali cause dell'insonnia sono ansia, depressione, stress, malattie del sistema nervoso, fattori ambientali, in alcuni casi anche assunzione di farmaci, dolore fisico, rumori esterni. Ma come si combatte l'insonnia? Se non ci siete riusciti con i consigli di sopra elencati, prima di ricorrere a farmaci e cure sempre consigliate da specialisti, soprattutto se l'insonnia è occasionale, magari provocata da un fattore specifico - come l'emergenza Coronavirus - si può ricorrere a rimedi naturali. Vediamone alcuni:

Coronavirus, come combattere l'insonnia con rimedi naturali ed erbe
1) La valeriana: aiuta a diminuire i livelli di stress: La valeriana, oltre a profumare l'ambiente e purificare l'aria della nostra casa, è un' ottima alleata contro l'insonnia, rappresentando la pianta anti-stress per eccellenza.
2) La menta: potere rilassante, antidoto all'insoddisfazione. La menta ha importanti effetti calmanti e, grazie al suo potere rilassante, è di grande aiuto quando ci si sente insoddisfatti o delusi.
3) Rosmarino: perfetto per il relax. Il rosmarino si rivela un toccasana quando si è sopraffatti dalla stanchezza. Utilissimo in cucina, allontana lo stress e dà una mano al buon umore.
4) Palma Areca, rilassa e diminuisce la pressione sanguigna. Questa pianta purifica l'aria dentro casa, riducendo i livelli delle sostanze tossiche presenti come il tricloroetilene, la formaldeide e il benzene. E quando respiriamo aria più pulita, la nostra pressione sanguigna si riduce, sentendoci così più rilassati.
5) Gelsomino, un grande alleato del sonno. Il gelsomino ha un forte potere calmante ed è particolarmente indicato per coloro che hanno problemi di insonnia. Recenti studi ne confermano gli effetti positivi anche per coloro che soffrono di ansia e nervosismo.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1594547495-3-tayaran-jet.jpg