Economia Ragusa

Bapr ha chiesto a Bankitalia di riacquistare azioni per 20 mln

Lo rendono noto i piccoli azionisti riunitisi in comitato

Ragusa - L'8 giugno, i vertici della Banca Agricola Popolare di Ragusa hanno incontrato i rappresentanti del comitato piccoli azionisti. All’ordine del giorno alcune richieste da tempo avanzate dai rappresentanti del comitato, tra cui Florinda Giangravé, Mirco Di Dato, Salvatore Barrano, Attilio Gregna e Salvatore Rando.
"Tra le informazioni emerse in vista della prossima assemblea e sottolineati dai vertici, il dg Saverio Continella, il vicedirettore Gaetano Cartia, e il vicedirettore Marco Canzonieri, oltre al responsabile Finanza Giuseppe Inì:
1) La banca ha chiesto alla Banca d’Italia l’approvazione per mettere a bilancio 20 milioni di euro per il riacquisto azioni proprie. Quest’anno i 6 milioni richiesti sono serviti per la maggior parte a ristorare gli eredi dei defunti. Questa somma servirà – SEMPRE CHE VENGA CONCESSA DA BANCA ITALIA - ad aumentare il Fondo di solidarietà e ad assicurare una maggiore liquidità sul mercato Hi-mtf.
2) Hanno ribadito la disponibilità a nominare un membro del Comitato all’interno del Fondo di Solidarietà. E hanno chiesto al comitato di indicare il nominativo.
3) Alla richiesta di aprire un tavolo tecnico con gli avvocati per le pendenze in essere con la banca, i vertici hanno detto di essere disponibili a ogni contatto con gli avvocati, e invitano i legali a farsi avanti con la banca. 4) La normativa prevede che i soci possano inviare osservazioni sui punti all’ordine del giorno da inviare via email entro il 12 giugno". A renderlo noto il comitato dei piccoli azionisti dell'istituto di credito ragusano. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1594547495-3-tayaran-jet.jpg