Cronaca Palermo

Si innamora della dottoressa e dorme sotto casa di lei

Un 65 enne che si è messo a perseguitare una 44 enne

Palermo - Si invaghisce del medico che lo ha in cura in una clinica privata di Palermo e le sue attenzioni morbose lo fanno finire in mantette per staling. I poliziotti del Commissariato Zisa-Borgo Nuovo hanno infatti arrestato un 65enne palermitano in aggravamento della misura cautelare del divieto di avvicinamento nei confronti della dottoressa di 44 anni.

L’uomo, in cura nella struttura dal 2016, ha progressivamente maturato la convinzione che l’atteggiamento del medico - amorevole e diligente – era dovuto a qualcos’altro. E così nel corso dei frequenti incontri settimanali in clinica, dettati da esigenze terapeutiche, il paziente ha intensificato attenzioni e regalie nei confronti della dottoressa.

La donna, quando ha percepito la possibilità del delinearsi di un equivoco, ha preferito chiarire all’uomo che non vi era altro che non esclusiva attenzione professionale. E’ stato a quel punto che il 65enne da semplice paziente è diventato uno stalker: è riuscito a procurarsi delle immagini private della professionista e le ha archiviate sul suo cellulare, mostrandole ad altro personale sanitario della clinica. Ha cominciato a seguirla ben oltre gli orari di lavoro, scrutandone i percorsi, l’indirizzo del domicilio ed i luoghi maggiormente frequentati. L’uomo ha persino dormito su giacigli di fortuna, nei giardini prospicienti l’abitazione del medico pur di non perdere di vista la sua vittima, come ha spesso presenziato sul marciapiede davanti casa, a tutte le ore del giorno e della notte. Non sono mancati nemmeno gesti connotati da rabbia che lo hanno portato a deporre urine e feci nei pressi dell’androne condominiale. Gli innumerevoli comportamenti raccontati hanno, ovviamente, minato la serenità della donna e ne hanno determinato un cambiamento dello stile e delle abitudini di vita, convincendola a denunciare tutto alla polizia. Più volte gli agenti sono stati chiamati dalla vittima e si sono trovati davanti lo stalker, sorpreso mentre si trovava appostato per strada davanti casa. Qualche mese prima era stata notificata allo stalker la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla professionista, che l’uomo però ha puntualmente violato, nel corso dei primi giorni di giugno, facendo per l’ennesima volta capolino sotto la finestra della vittima. Quando gli agenti sono intervenuti, il 65enne ha cercato di allontanarsi ma è stato raggiunto e bloccato dai poliziotti. La magistratura ha disposto gli arresti domiciliari.


© Riproduzione riservata