Attualità Palermo

Quando Samonà, assessore alla cultura della Lega, inneggiava alle SS

"Guerrieri della luce generati da padre antico e dalla madre terra"

Palermo - Chissà quante volte si sarà morso il labbro Nello Musumeci da Militello Val di Catania, dopo la nomina del giornalista, appartenente a una famiglia di architetti (particolare esibito in curriculum), Alberto Samonà ad assessore alla cultura in Sicilia. Già, perchè è di oggi lo scoop del Fatto Quotidiano, con cui scopriamo che il nostro, appassionato di massoneria ed estimatore di Stefano Delle Chiaie, nel 2001 scrisse un libro di poesie con alcune odi alle SS naziste. 

"Guerrieri della luce generati da padre antico e dalla madre terra". Versi in grado di scapigliare Giacomo Leopardi. I nazisti che sterminavano gli ebrei? "Monaci dell'onore". Insomma, troppa grazia perchè il giornalista nonchè scrittore si limiti a fare l'assessore alla cultura in Sicilia. Meglio un Nobel. Per la letteratura. 


© Riproduzione riservata