Sanità Modica

Razza trasferisce l'ospedale Covid da Modica a Ragusa: Arrivederci e grazie

Modica punita dopo aver fatto fronte all'emergenza con grande sacrificio

Modica - Ora c’è il documento. L’ospedale Maggiore di Modica, dopo aver versato lacrime e sangue come ospedale Covid durante la pandemia, riceve un “Arrivederci e grazie” da parte dell’assessore alla salute della Regione Siciliana Ruggero Razza, che trasferisce all’ospedale Maria Paternò Arezzo la sede del Covid ibleo e anche i soldi.
E con essi si avverte il preludio del trasferimento anche di Malattie Infettive, reparto connesso in maniera inscindibile al Covid. Ragusanews è in grado di mostrare il documento dove si legge distintamente che il nuovo ospedale destinato a ospitare i pazienti affetti da Coronavirus è l’Ompa di Ragusa con 20 posti di Terapia Intensiva e 60 posti letto in Dotazione Organica.
E dire che nei giorni scorsi vi era stata una messe di smentite all’allarme lanciato dal sindaco di Modica Ignazio Abbate.

Per comodità, vi riportiamo il comunicato di appena 48 ore fa con cui l’assessore Razza smentiva lo smantellamento di Modica. E’ stato diramato dal suo ufficio stampa:
“Non so perché il sindaco di Modica abbia sostenuto che l’ospedale Maggiore sarebbe rimasto escluso da finanziamenti dopo aver ospitato pazienti Covid. E, anzi, che i finanziamenti destinabili a Modica sarebbero diretti verso Ragusa. È falso: l’Asp ha presentato una richiesta di finanziamenti, che come sempre è stata valutata e verrà accolta perché si tratta della richiesta di realizzazione dei posti letto in terapia intensiva. Nessuno, quindi, ha mai pensato di fare il lavoro sporco a Modica per poi compiere chissà quali distrazioni. Se si avesse la buona abitudine di informarsi prima di dare informazioni inesatte sarebbe buona cosa”. Lo diceva l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza. Due giorni fa. 


© Riproduzione riservata