Attualità Ecobonus

Bonus edilizia 110 per cento, cosa si può fare intanto

Per i lavori, è meglio attendere il 1° luglio o si può già iniziare?

Bonus - In attesa che il decreto venga conveetito in legge, cosa si può fare nel frattempo per accedere all'Ecobonus edilizia 110%? In attesa della conversione in legge del Decreto Rilancio, resta in vigore la versione del DL 34/2020 pubblicata lo scorso 19 maggio in Gazzetta Ufficiale, cioè quella, che consente la possibilità di benficiare di Ecobonus e Sismabonus maggiorati al 110% fino al 31 dicembre 2021.

Molti chiedono: ma per i lavori, è meglio attendere il 1° luglio o si può già iniziare? Si possono già cominciare i lavori 'contando' sugli sgravi, perché non è la data di inizio lavori che fa fede per la fruizione delle detrazioni fiscali potenziate ma la data effettiva del pagamento.

Al 16 giugno 2020 chi beneficia del Superbonus? Chi può beneficiare del Superbonus al 110% per lavori di efficientamento energetico o miglioramento sismico? Ad oggi, questi:
Superbonus al 110% per le prime e seconde case in condominio su interventi antisismici e di riqualificazione energetica;
Superbonus al 110% per le singole unità immobiliari (case) su interventi antisismici e di riqualificazione energetica effettuati da persone fisiche;
Superbonus al 110% per le seconde case unifamiliari su interventi antisismici ma non per quelli di riqualificazione energetica.

Superbonus: servono circolare del Fisco e decreto del MISE, ma si può già iniziare
Ma ad oggi, 15 giugno 2020, cosa è effettivamente possibile fare? E quali sono i riferimenti? Vediamo di rispondere brevemente a questa gettonata domanda, precisando che per la piena operatività servono due documenti ancora non pubblicati:
le disposizioni attuative dell'Agenzia delle Entrate (circolare);
un decreto del Ministro dello sviluppo economico, da emanare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto Rilancio (il DL è stato pubblicato in Gazzetta il 19 maggio, quindi la conversione deve essere ultimata entro il 18 luglio), che stabilirà le modalità attuative e di trasmissione dell'asseverazione dei requisiti previsti dai decreti di cui al comma 3-ter dell'art. 14 del DL 63/2013 e la corrispondente congruità delle spese sostenute per gli interventi agevolati.
Per l'Ecobonus e il Sismabonus potenziati al 110%, il decreto Rilancio parla di "spese documentate e rimaste a carico del contribuente, sostenute dall'1 luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021".

Superbonus: il riepilogo degli sgravi Ecobonus + Sismabonus del DL Rilancio
dettaglio sui lavori di riqualificazione energetica (Ecobonus) ammessi:
cappotto termico in condominio e in case singole
caldaie a condensazione, caldaie a pompa di calore, fotovoltaico, microcogenerazione, in condominio
caldaie a pompa di calore anche ibridi o geotermici, fotovoltaico, microcogenerazione, in case singole
fotovoltaico e colonnine auto elettriche al 110%
altri interventi di efficientemente energetico già agevolati dall’Ecobonus ordinario
dettaglio sui lavori di adeguamento e miglioramento sismico (Sismabonus) ammessi:
lavori di messa in sicurezza statica delle parti strutturali degli edifici
lavori che determinano il passaggio ad una classe di rischio inferiore
lavori che determinano il passaggio a due classi di rischio inferiori
spese di acquisto di edifici antisismici realizzati mediante demolizione e ricostruzione
tetti di spesa per singolo intervento;
come funzionano le polizze obbligatorie per i professionisti tecnici che devono asseverare i lavori: i professionisti devono stipulare una polizza da 500 mila euro e da loro più responsabilità. Le asseverazioni sono infatti indispensabili per Ecobonus e Sismabonus rinforzati ma si rischia una multa fino a 15 mila euro per quelle false
come funzionano sconto in fattura e cessione del credito: oltre ai lavori agevolati dal nuovo Superbonus 110%, l’opzione alternativa (sconto in fattura o cessione del credito) si può scegliere anche in alternativa al bonus ristrutturazioni e al bonus facciate;
come provare il Superbonus: congruità spese, visto di conformita, APE prima e dopo: riepilogo di cosa deve acquisire il contribuente per ottenere la detrazione fiscale o per poter optare per la cessione del credito o per lo sconto in fattura.


© Riproduzione riservata