Cronaca Ispica

Sequestrata una nassa nel mare di Punta Ciriga

Non era neanche segnalata

Ispica - Gli uomini della Capitaneria di porto di Pozzallo hanno rinvenuto e sequestrato a Punta Ciriga, ad una distanza inferiore ai 100 metri dalla battigia, una nassa da pesca riconducibile ad un pescatore non professionista. L’attrezzo era privo di idonei segnalamenti che ne evidenziassero la presenza, oltre a trovarsi all’interno della fascia di mare riservata esclusivamente alla balneazione ed è stato, pertanto, rimosso e sequestrato dai militari operanti.
Vale la pena ricordare, a tal proposito, anche a beneficio dei tanti cittadini appassionati di pesca sportiva, che a norma della vigente ordinanza di sicurezza balneare n. 34/2019 della Capitaneria di porto di Pozzallo, la zona di mare compresa entro la distanza di 300 metri dalla costa, ovvero 100 metri dalle scogliere a picco, è individuata come zona riservata all’attività di balneazione, per il corso dell’intera stagione estiva, negli orari dalle 9:00 alle 19:00.

Di conseguenza quella fascia di zona di mare risulta vietata alla pesca sportiva. Inoltre, tutti gli attrezzi da pesca, sia professionali che non, devono essere comunque segnalati in maniera idonea al fine di non arrecare alcun pericolo alla sicurezza delle unità in transito.