Sanità Catania

Sicilia, medico: malati oncologici da operare, ma noi senza guanti

Lo sfogo su Facebook

Catania - Lo sfogo scappa su Facebook. E a parlare è un medico del Policlinico di Catania. «Oggi al Policlinico universitario di Catania dove io lavoro, sono state rinviate decine di interventi chirurgici programmati e quindi non ho potuto operare pazienti oncologici che aspettano da mesi, per la mancanza totale di guanti chirurgici. Non sono necessari altri commenti...».

Il problema è che in questo momento, di Fase Due, è molto difficile reperire guanti. Il consumo di guanti e di altri presidi di sicurezza è aumentato esponenzialmente. Guanti sono necessari per gestire ogni paziente che arriva al pronto soccorso, poi altri guanti quando viene trasferito in reparto. E poi guanti vengono forniti anche ai pazienti. Inoltre sono obbligatori negli ambulatori. Insomma un consumo non quantificabile che costringe le aziende a continui acquisti di materiale che starebbe cominciando a scarseggiare perché in prevalenza è realizzato nel sud est asiatico e gli Stati Uniti assorbono gran parte del mercato.

A quanto pare, l’emergenza sarebbe già rientrata e gli interventi saltati sono già riprogrammati. Il nodo della carenza di presidi riguarda tuttavia, ancora e sempre anche le mascherine e i camici. 


© Riproduzione riservata