Economia Sciacca

Sicilia, riapre il Verdura Resort

Già occupate 73 suite su 210

Sciacca - Dopo il lockdown, ha riaperto il Verdura Golf Resort di Sciacca. A parlare è Rocco Forte 1945 (Bournemouth, Regno Unito, 1945), famiglia di albergatori da quando il nonno (Lord Charles Forte, nato Carmine Forte, Monforte 1908 – Londra, 2007) emigrò dall’Italia in America all’età di 15 anni. L'insediamento turistico alberghiero di lusso di proprietà del gruppo britannico "Rocco Forte Hotels" riparte con 4 mesi di ritardo rispetto alla programmazione fatta prima dell'emergenza coronavirus. Sono già state occupate 73 delle 210 suite della struttura.

"Finalmente ripartiamo - ha detto il magnate degli hotel di lusso rivolgendosi al personale - E' stato un periodo terribile per il nostro gruppo, dobbiamo ancora attendere un pò affinché vi sia la giusta ripresa. Dalla seconda metà di luglio arriveranno tanti clienti, inglesi e tedeschi soprattutto, ma anche italiani".

Al resort di contrada Verdura lavorano oltre 100 stagionali, categoria che, in questo periodo di lockdown, non è stata sostenuta da alcun ammortizzatore sociale. E così, è stato lo stesso Rocco Forte a riconoscere loro, nel periodo marzo-maggio, un buono spesa di 600 euro mensili ciascuno. Ai dipendenti con contratto a tempo indeterminato, l'imprenditore ha compensato la parte di stipendio non coperta dalla cassa integrazione.

«Sono fiducioso in una ripresa -dice Sir Rocco Forte-. Siamo partiti mesi fa con proposte assurde di ombrelloni, divisi da lastre di plexiglas, l’approdo finale è stato per fortuna diverso e viviamo una magnifica estate in sicurezza e libertà. Venerdì scorso abbiamo aperto l’hotel de Russie a Roma, in un meraviglioso distanziamento naturale nel giardino. L’Italia ha il grande vantaggio di vivere all’aperto e poter affrontare questa stagione in modo del tutto naturale. L’importante è il rispetto degli altri e la visione dei dati reali, senza paure della pandemia».