Attualità Scommesse online

La storia del primo bookmaker italiano online

Giocare sul web

La storia di quello che è il portale scommesse online in Italia è molto variegata e proviene da un’avventura, quella bellica, che ha permesso una rapida diffusione del fenomeno betting tra la maggior parte della popolazione. L’Italia era, infatti, distrutta, gli italiani erano ridotti in macerie come le loro città e la ricostruzione sembrava dover durare più a lungo del previsto. Serviva uno svago, un modo affinché i cittadini del neonato stato repubblicano italiano potessero continuare a ricostruire la propria nazione ma anche potessero trovare conforto in qualcosa di diverso dal lavoro. Ecco che, quindi, nacquero i primi bookmaker in giro per tutto il Paese, le prime ricevitorie ed il Toto Calcio chiamava a sé moltissimi appassionati desiderosi di guardare le partite con quel tocco di brio in più. Ma, con il passare degli anni, i bookmaker sono cresciuti e hanno invaso anche quello che è stato il mondo dell’internet. In questo articolo si andrà a conoscere la storia dei primi bookmaker online che siano mai comparsi in tutta Italia.

SISAL: il colosso delle scommesse del post guerra

Nell’immediato posteriore periodo bellico, come già detto, sorsero nuovi bookmaker e agenzie di scommesse su tutto il territorio nazionale italiano. Uno dei primi a posare le basi della nuova stagione scommettitrice italiana è stato proprio SISAL. Il sito di scommesse nacque nella seconda metà degli anni ‘40, crescendo in modo repentino e continuo nel corso degli anni fino a coprire non solo il betting relativo al calcio ma, un po’, a tutto quello che è il mondo dello sport e non solo. Ippica, basket, baseball ma anche casinò, virtual game, tutto è entrato a far parte della famiglia SISAL. Proprio i virtual game hanno reso SISAL un bookmaker “smart”, per così dire. Tuttavia, l’approdo di SISAL sul digitale è arrivato molto tardi. Nei primi anni 2000, infatti, il colosso italiano ha posto basi che molti altri siti avevano già lanciato decine di anni prima, quando internet era diventato un bene di tutti i possidenti un personal computer. La crescita di SISAL, comunque, è stata esponenziale ed è anche per questo motivo che, malgrado il ritardo iniziale, ora il bookmaker occupa un posto di tutto rispetto all’interno del mondo delle scommesse sportive italiane e non solo.

I primi siti online che hanno mosso i loro passi nel mercato betting italiano

Dopo aver analizzato la storia di uno dei più fruttuosi siti di scommesse italiani come SISAL, è il caso di iniziare con quelli che sono stati realmente i siti di scommesse online primordiali del mercato italiano. Primo fra tutti spunta SNAI. La Storia di SNAI è particolare dal momento che il bookmaker era nato come sito dedicato all’ippica, nel 1990. Nel corso del tempo, grazie anche all’acquisizione di SNAI da parte di Playtech con la nascita del colosso SNAItech, la piattaforma si è ingrandita sempre di più. SNAI, in ogni caso, muove i primi passi nel 1990 mentre, alla fine della decade, apre a tutti gli sport e le discipline. In poche parole, si potrebbe tranquillamente affermare che SNAI ha avuto una gestazione di una decina d’anni. Storia diversa per Eurobet. Il sito di scommesse italiano è nato esclusivamente per le scommesse sportive nel 1999. Nel corso degli anni, però, le varie fusioni con altri bookmaker e aziende di betting italiano ed europeo hanno fatto sì che il bookmaker coprisse anche quello che non era esclusivamente scommessa sportiva ma anche casinò, bingo e molto altro.


© Riproduzione riservata