Attualità Palermo

Presidenza Iacp, è guerra tra Lega e Forza Italia

L'ipotesi Giancarlo Cugnata

Palermo - Le porte girevoli della politica palermitana rifilano un altro colpo di assestamento. Sullo sfondo la nomina di Mommo Carpentieri a Presidente dello Iacp di Ragusa.
L’investitura di Carpentieri doveva già avvenire da settimane ma, come spesso accade nei palazzi dell’Assemblea, spuntano “profili di inconferibilità che sono stati segnalati dalla I commissione dell’Ars”.
Il caso lo ha denunciato il parlamentare palermitano dell’Udc, Vincenzo Figuccia che si pronuncia contro la nomina di Girolamo Carpentieri a presidente dell’Iacp di Ragusa.
“Mi sono fatto carico di chiedere al presidente del parlamento regionale Gianfranco Micciché – spiega l’esponente dell’Udc – di inviare una nota al presidente della Regione invitandolo a ritirare la nomina. Occorre verificare se un consigliere comunale in carica, qual è Carpentieri nella città di Modica, possa ricoprire il ruolo per il quale era stato preposto in seno all’Istituto case popolari”.
La questione è politica e riguarderebbe la nomina che sarebbe spettata al partito di Forza Italia. Nel frattempo, però, Carpentieri, attualmente consigliere comunale, è passato alla Lega lasciando gli azzurri di Berlusconi, nella transumanza guidata dall’onorevole Nino Minardo che ha portato in dote al partito del carroccio anche il deputato regionale Orazio Ragusa, anch’egli eletto in Forza Italia. Chi, a questo punto, potrebbe incasellarsi sulla poltrona di Presidente dello Iacp con etichetta Forza Italia? Giancarlo Cugnata, militante da sempre del partito di Berlusconi e già Assessore provinciale, scalpita per colmare la vacatio. Politica permettendo.