Giudiziaria Vittoria

Abusò di una ragazza, 7 anni per Sergio Palumbo

Pure recidivo

Vittoria - Condannato a sette anni di carcere con rito abbreviato subordinato alla perizia psichiatrica, Sergio Palumbo, 27enne vittoriese con precedenti specifici che è accusato di avere sequestrato, violentato e rapinato una giovane donna di Vittoria, il 2 settembre del 2019. La richiesta di condanna della pubblica accusa nel procedimento che si è celebrato davanti al gup Ivano Infarinato, presso il Tribunale di Ragusa, era di 7 anni e 4 mesi. Il pubblico ministero in aula, Marco Rota ha formulato la richiesta nel corso del rito abbreviato, subordinato alla perizia psichiatrica, richiesto dalla difesa del giovane.

"Non abbiate timore a denunciare, bisogna credere nella giustizia, non bisogna avere paura". La donna vittima di sequestro, violenza sessuale e rapina a Vittoria, affida queste parole al suo legale, Luca Strazzulla, dopo la sentenza di condanna di Sergio Palumbo, giovane concittadino al quale il gup ha inflitto 7 anni di carcere. "Le ferite dell'anima sono profonde", dice l'avvocato della donna, "ha il cuore lacerato ed è ancora estremamente ferita; la sentenza non allevia il dolore del ricordo di quanto avvenuto". Alla vittima della violenza è stata riconosciuta una provvisionale di 30.000 euro e il risarcimento verrà definito in sede civile. 

Sergio Palumbo, 26 anni, non è nuovo a episodi del genere, due anni fa era stato condannato per un episodio analogo, ma doveva rispettare soltanto l’obbligo di domicilio. In quel caso la vittima, una prostituta era riuscita a fuggire.