Attualità

Festival lirico teatri di pietra, torna la musica a Taormina

TAORMINA, 13 LUG Il Teatro Antico di Taormina si prepara, dopo tutte le difficoltà e incertezze dei mesi scorsi, ad ospitare la grande musica. E lo fa con la Cavalleria Rusticana di Mascagni che aprirà il cartellone estivo del "Festival lirico dei Teatri di Pietra". Per il ruolo di Santuzza è stata scelta Elena Lo Forte che, ci piace ricordare, fu Santuzza nel leggendario film "Il Padrino parte III" di Francis Ford Coppola; ad interpretare il ruolo di Turiddu Angelo Villari, tenore che ha recentemente interpretato questo ruolo nei maggiori teatri italiani, tra cui il Maggio Musicale Fiorentino e il Teatro Comunale di Bologna. Mentre a dare voce e corpo al geloso e passionale Alfio, sarà la star del Metropolitan di New York Alberto Mastromarino. A completare il cast, la Lucia di Maria Motta e Leonora Sofia, Lola. L'orchestra è la Sinfonica Siciliana. Una partecipazione che sancisce un importante accordo di collaborazione tra la Fondazione guidata da Antonio Marcellino e il Coro Lirico Siciliano, ente promotore del Festival Lirico dei Teatri di Pietra, già Oscar della Lirica 2017, istruito e guidato dal maestro stabile Francesco Costa.
    Da prologo al Festival, il 24 luglio, la Nona Sinfonia di Ludwig Van Beethoven (in coproduzione con la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana e la collaborazione della Fondazione Taormina Arte). A dirigere l'Orchestra Sinfonica Siciliana in questa occasione un vero virtuoso della bacchetta, Diego Matheuz, allievo e pupillo di Claudio Abbado che si è fatto apprezzare sugli scranni di tutto il mondo dopo aver cominciato la sua carriera come violinista nell'orchestra giovanile sinfonica boliviana che proprio a Taormina era stata diretta dal maestro Sinopoli. (ANSA).