Attualità Londra

Meghan Markle: il discorso femminista e il riferimento alla famiglia reale

"Credere nella vera uguaglianza non è abbastanza"

Meghan Markle: il discorso femminista e il riferimento alla famiglia reale

Londra - Di poche settimane fa l’annuncio che la duchessa di Sussex Meghan Markle avrebbe partecipato al Girl Up Global Leadership Summit e ieri l’atteso debutto è avvenuto.
Meghan Markle ha infatti tenuto il suo primo discorso pubblico da quando si è ritirata dal suo ruolo lavorativo nella famiglia reale britannica. Assieme alla sua cara amica Priyanka Chopra, all’ex segretario di Stato americano Hillary Clinton e a molte altre donne leader, Meghan Markle ha calcato virualmente l’importante palco che punta i riflettori sul tema della crescita delle ragazze del 2020, un evento di più giorni con 40.000 partecipanti in 172 paesi.
La duchessa ha parlato di una serie di cause che l’hanno riguardata e la riguardano in prima persona, come l'impatto che i giovani possono avere sul mondo per l'uguaglianza razziale. L’importanza di informarsi sui cambiamenti climatici e sul potere, spesso nocivo, di internet.

Le parole di Meghan Markle
Queste le sue parole: "Credere nella vera uguaglianza non è abbastanza: ci vorrà molto più che credere, dobbiamo lavorarci ogni giorno; anche quando è difficile e anche quando fa sentire gli altri a disagio".
"Penso che sia importante riconoscere il paradosso di come questo progresso sia aiutato e compromesso dal nostro spazio digitale. La tua generazione viene spesso definita nativa digitale e capisci che il nostro mondo online ha il potere di affermare e supportare tanto quanto fa male, ma non siamo fatti per spezzarci a vicenda; siamo fatti per costruirci a vicenda ".
E ancora: “Sanno che tutti voi, in giovane età rispetto a qualsiasi confronto moderno, state dando il tono per un'umanità equa. Non in senso figurato, letteralmente. Questa è un'umanità che ha un disperato bisogno di te. Dobbiamo spingerci, con forza in una direzione più inclusiva, più giusta e più empatica”.

Frecciatina alla Corona Inglese?
ln un passaggio in particolare, che ha in poco tempo fatto il giro del mondo, Meghan ha ricordato alle giovani donne che “Nella vita ci saranno sempre voci negative, a volte quelle voci diventeranno un rumore assordante [...] spesso la paura ci blocca. Ma bisogna superarla. La parte più difficile, è stato così anche per me, è inseguire le convinzioni con le azioni. A volte ci si sente sopraffatte, lo so. Ma vi giuro che poi, quando vi guarderete indietro, capirete di aver fatto la scelta giusta”.
In molti, in queste parole, hanno ritrovato un riferimento alquanto palese alla scelta di allontanarsi, insieme al marito Harry e al piccolo Archie, dalla famiglia reale inglese per trasferirsi a Los Angeles e cominciare una nuova vita lontano dai doveri della Corona. Che sia così o meno, quello di Meghan Markle è un discorso destinato a far parlare molto di sè e non solo per i temi affrontati. Dai gesti, all’abito scelto, all’hairstyle, tutto quando si tratta di Meghan Markle viene messo sotto una lente di ingrandimento per cercare di coglierne i più piccoli dettagli e i riferimenti più o meno velati alla Corona inglese. I colori ufficiali delle Nazioni Unite sono bianco e blu, l'organizzazione ha scelto i colori perché sono l'opposto del rosso, che è il colore della guerra. Dunque la scelta dell’outfit di Meghan Markle è solo una coincidenza? Per molti non lo è. Tra ipotetici messaggi nascosti, impercettibili dettagli di prossemica, sorrisi più o meno autentici, l’importanza di questo discorso risiede soprattutto nelle parole della duchessa di Sussex che conclude il suo discorso con un messaggio incoraggiante: “Costruiamo comunità migliori e un mondo migliore per noi stessi passo dopo passo e il ritmo di questi passaggi sta diventando più veloce. È guardando l'aggregato, guardando il quadro generale, che puoi vedere fino a che punto siamo progrediti."


© Riproduzione riservata