Attualità Santa Croce Camerina

Anche le spiagge camarinesi hanno un nido di tartarughe

E’ il decimo nido censito in provincia di Ragusa

  • Anche le spiagge camarinesi hanno un nido di tartarughe
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2020/1595159203-anche-le-spiagge-camarinesi-hanno-un-nido-di-tartarughe-1-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2020/1595159204-anche-le-spiagge-camarinesi-hanno-un-nido-di-tartarughe-2-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2020/anche-le-spiagge-camarinesi-hanno-un-nido-di-tartarughe-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2020/1595159203-anche-le-spiagge-camarinesi-hanno-un-nido-di-tartarughe-1-240.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2020/1595159204-anche-le-spiagge-camarinesi-hanno-un-nido-di-tartarughe-2-240.jpg

Santa Croce Camerina - 57 uova deposte. E' l'estate all’insegna delle tartarughe Caretta caretta che hanno preso d’assalto moltissime spiagge Italiane, ma soprattutto della Sicilia sud orientale, dove tornano a nidificare. Anche la spiaggia di Casuzze, nel litorale di Santa Croce Camerina, stamattina alle 4, ha avuto come protagonisti un bellissimo esemplare di tartaruga Caretta caretta che stava deponendo le sue uova ed il signor Maurizio Accorso, residente a Valguarnera provincia di Enna, in vacanza nel litorale ibleo, per primo ha visto e segnalato alla Capitaneria di Porto di Pozzallo l’esemplare.

Sicuramente una esperienza unica quella del signor Accorso che ha seguito senza disturbare tutta la deposizione delle uova, filmando solo la fine della copertura del nido. Altre persone accorse in un secondo momento hanno messo in sicurezza e circoscritto l’area. Il signor Federico Androne ha poi ripreso con un video la tartaruga ritornare lentamente a mare.
La Capitaneria di Porto ha avvertito l’operatrice Life Euroturtles e volontaria biologa del Progetto Tartarughe WWF Italia Oleana Prato, che, assistita dalla biologa Marta Nicosì e dal volontario Silvio Rizzo, hanno confermato la presenza delle uova e traslocato il nido di diversi metri per metterlo in sicurezza dalla linea di costa.
Giunta tempestivamente sul posto anche una squadra della protezione Civile del Comune di Santa Croce Camerina che hanno portato le transenne per agevolare meglio le operazioni e distanziare le persone incuriosite. Avvertita la Ripartizione Faunistica di Ragusa che domani mattina recinterà il nido in attesa della schiusa che avverrà fra 60 giorni circa.
Molte le persone curiose, soprattutto bambini, che hanno assistito alle operazioni di trasloco del nido, e diverse persone che abitano di fronte alla spiaggia hanno dato un contributo logistico favorendo ombrelloni e acqua per dissetare gli operatori e i volontari accorsi a dare una mano. Interessante durante l’operazione di trasloco, le tantissime domande che sono state poste alle due biologhe Oleana Prato e Marta Nicosì da parte delle persone che curiosamente sono sopraggiunte, sicuramente un modo diretto per sensibilizzare e fare conoscere queste incredibili creature e permettere di identificare i nidi e di proteggerli. Si prevede ancora un periodo di nidificazione, che può durare anche tutto agosto.


© Riproduzione riservata