Attualità Comiso

Collegamenti stradali aeroporto Comiso. L'Enel non sposta i pali

Una storia assurda

Comiso - Ennesima diffida del Libero Consorzio Comunale di Ragusa all’Enel Distribuzione per lo spostamento dei pali elettrici lungo il tracciato del lotto n. 3 riguardante il “potenziamento dei collegamenti stradali fra la S.S. n. 115 nel tratto Comiso-Vittoria, l’aeroporto di Comiso e la S.S. n. 514 Ragusa-Catania”. E’ il quarto sollecito che parte nei confronti dell’Enel perché la ditta che si è aggiudicata i lavori (Fenix Consorzio di Bologna) lo scorso 30 giugno ha fatto presente che le riserve per i danni subiti a seguito della mancata risoluzione delle interferenze ammontano già a 2,5 milioni di euro e che il quarto stato di avanzamento dei lavori è stato firmato con riserva. Ora c’è il rischio di fermare i lavori e il danno aumenterebbe a dismisura, in considerazione che a fronte di tre solleciti già effettuati non c’è stato alcun riscontro. Se poi si aggiunge la considerazione che dal novembre 2018 è stato effettuato il pagamento di 192 mila euro, somme richieste dall’Enel per provvedere allo spostamento delle interferenze allora il quadro è abbastanza critico

Il mancato spostamento dei pali è un problema che abitualmente si ripete. Era già capitato con la realizzazione del lotto riguardante la bretella di collegamento, inaugurata nell’ottobre 2018, dal presidente della Regione, Nello Musumeci. Anche per quei lavori si erano verificati criticità con l’Enel che non aveva eliminato tempestivamente le interferenze. Ora la storia si ripete a fronte di una richiesta avanzata inizialmente dal Libero Consorzio Comunale di Ragusa il 15 febbraio 2017 ovvero più di tre anni fa, l’Enel a tutt’oggi non ha provveduto a spostare gli impianti.
L’ultimo sollecito degli uffici del Libero Consorzio Comunale porta la data del 17 gennaio di quest’anno che l’Enel ad oggi non ha riscontrato.
“La situazione non è più tollerabile – dice il Commissario straordinario, Salvatore Piazza – perché siamo di fronte ad un muro di gomma. Abbiamo scritto, riscritto, sollecitato e diffidato ma niente da fare. Il rischio di fermare i lavori è concreto e sarebbe assurdo ritardare il completamento dell’opera per questo ritardo davvero insopportabile da parte dell’Enel”.
Come si ricorderà il lotto 3 riguarda la realizzazione del collegamento dall’aeroporto di Comiso alla strada provinciale n. 4 Comiso-Grammichele e l’opera viene realizzata con i fondi Pac (Piano Azione e Coesione) della Regione Siciliana.


© Riproduzione riservata