Giudiziaria Scicli

Drogato, travolse e uccise giovane mamma. E' libero

La terribile morte di Martina Aprile

Scicli - "La condotta collaborativa dell'uomo, mantenuta sin dall'inizio, il percorso terapeutico effettuato e la condotta tenuta durante l'esecuzione della misura, consentono di ritenere cessate le esigenze cautelari". Così il Tribunale di Ragusa. E' tornato in libertà Carmelo Ferraro, lo sciclitano 35enne che un anno fa in luglio, a Cava d'Aliga, travolse e uccise Martina Aprile, giovane mamma che ha lasciato un figlio con problemi psicomotori in tenera età. Ferraro ha scontato un anno di domiciliari a fronte di una condanna a quattro anni e mezzo di reclusione.

Martina aveva finito il turno serale in un ristorante pizzeria di viale della Pace a Cava d'Aliga quando su travolta dall'auto di Fderraro, che guidava sotto effetto di cocaina e metadone. Ferraro aveva precedenti per droga e non vide la cameriera mentre conferiva in un cassonetto i sacchi della spazzatura. Investì lei e un suo collega, ferito e salvo dopo settimane di prognosi in ospedale.


© Riproduzione riservata