Attualità Agrigento

Bionda a cavalcioni sulla statua di Camilleri. Andrea? Ne avrebbe riso

Camilleri avrebbe sorriso, forse. Lei non ha capito che con le statue non si scherza

Agrigento - Chissà come si sarebbe divertito Andrea Camilleri se fosse stato in vita. Diventa un caso la fotografia della giovane donna che si è fatta immortalare a cavalcioni sulla statua di Andrea Camilleri nella centralissima via Atenea di Agrigento. Una foto diventata virale sui social con decine di commenti al vetriolo contro la ragazza bionda. A prendere posizione è innanzitutto il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto. "Spiace che una irriverente bravata abbia potuto fare parlare della statua di Andrea Camilleri, realizzata dallo scultore Giuseppe Agnello, più dell’omaggio della città e della finanziatrice dell’opera, l’imprenditrice Margherita Marrazza - dice - Credo che la giovane ritratta nella foto debba chiedere scusa ad Agrigento, alla famiglia di Camilleri e allo scultore". E aggiunge: "Sono certo che i numerosi visitatori e residenti attratti dalla scultura continueranno a essere ossequiosi nei confronti del grande scrittore, gli stessi che continuano ad apprezzare i suoi libri e a visitare i luoghi amati e descritti dall’autore".

Anche il capogruppo di Italia Viva al Senato, Davide Faraone, ha criticato la foto parlando di un "autentico cretino" citando una frase dello stesso scrittore ne Il ladro di merendine. Ma ad Agrigento sui social la ragazza è stata fatta oggetto di commenti ferocissimi e spesso di carattere sessista. Un'abitudine che purtroppo sembra ormai essere diventata una regola. Camilleri avrebbe sorriso, forse. Lei, invece, non ha capito che con le statue non si scherza. 


© Riproduzione riservata