Giudiziaria Ragusa

Ragusa, Veronica torna in aula il 22 settembre: è accusata di calunnia

Ha accusato il suocero di essere l'autore materiale del delitto

Ragusa - E' stata fissata davanti al Tribunale monocratico di Ragusa il prossimo 22 settembre il processo per calunnia ai danni di Veronica Panarello, condannata a 30 anni dalla Cassazione per aver ucciso il figlio Loris e avere occultato il cadavere. La parte offesa è il suocero Andrea Stival che la donna ha accusato di essere l'autore materiale del delitto del piccolo avvenuto il 29 novembre del 2014. Il reato di cui deve difendersi l'imputata - per l'accusa - è stato commesso a Ragusa nel corso del processo con il rito abbreviato. 


© Riproduzione riservata