Scuola Ragusa

Apertura anno scolastico, problemi a Modica e a Chiaramonte

Se ne è parlato in Prefettura

Ragusa - Vertice istituzionale oggi in prefettura per individuare criticità e soluzioni in vista dell’apertura del nuovo anno scolastico. Al vertice indetto del prefetto di Ragusa Filippina Cocuzza, su sollecitazione del dirigente scolastico provinciale Viviana Assenza, per fare il punto sulla situazione delle aule e sulle esigenze degli istituti scolastici in vista dell’apertura delle scuole per il prossimo 14 settembre ha partecipato per il Libero Consorzio Comunale di Ragusa, il capo di Gabinetto Gianni Molè.

Per gli istituti scolastici di istruzione secondaria superiore nella provincia di Ragusa di cui il Libero Consorzio Comunale ha la competenza non ci sono particolari criticità. Ad eccezione di Modica e Chiaramonte Gulfi. Le esigenze del Liceo Artistico di Modica che necessitava di 3 aule sono state superate con la disponibilità del comune di Modica che ha dato in comodato gratuito alcune aule della scuola Giovanni XXIII di piazzale Fabrizio, mentre, resta da individuare una soluzione per la sezione di Chiaramonte Gulfi dell’Istituto Alberghiero ‘Principi Grimadldi di Modica’. Di concerto col sindaco di Chiaramonte Gulfi, Sebastiano Gulfi, è stata individuata la soluzione della palestra di piano dell’Acqua per reperire alcune classi e a tal proposito è stato deciso di effettuare un sopralluogo congiunto tra i tecnici del Comune e dell’ex Provincia per verificare la fattibilità della soluzione. Altrimenti si individueranno di concerto col sindaco di Chiaramonte Gulfi altre soluzioni logistiche possibili per risolvere la questione.

Il Libero Consorzio Comunale di Ragusa nell’ambito della propria disponibilità di locali ha messo a disposizione l’ex centro di ricerca di contrada Perciata in territorio di Vittoria per qualsiasi esigenza attinente le problematiche attinenti il recupero di aule per i comuni di Acate e Vittoria.
Il capo di Gabinetto Gianni Molè ha poi dato comunicazione che per quanto riguarda i finanziamenti del Ministero della Pubblica Istruzione per l’emergenza Covid 19 l’ente è in fase di appalto per 750 mila euro per gli interventi in emergenza negli istituti scolastici superiori, mentre, per gli interventi urgenti di manutenzione per 120 mila euro si è in fase di progettazione e per 120 mila euro richiesti per acquisto aule prefabbricate saranno collocate due nel Liceo Carducci di Comiso e una nell’Istituto Tecnico Fermi di Vittoria.


© Riproduzione riservata