Cultura Musica

Jerusalema piace perché canta un domani migliore

Una canzone aspirazionale

Una canzone aspirazionale

Un brano lanciato nel novembre del 2019, diventato un tormentone, grazie a TikTok, solo nell’estate del 2020.
Jerusalema è un brano aspirazionale, che pur cantato in un dialetto africano incomprensibile, lascia alla parola guida “Gerusalemme” il compito di indicare la via.
La canzone è stata scritta lo scorso anno dal musicista e produttore africano 24enne Master KG, con l’interpretazione della cantante Nomcebo.
Il brano ha ottenuto una popolarità improvvisa e dirompente, nonostante sia scritto in un testo per noi incomprensibile, in lingua Venda, variazione del dialetto Bantu.

Probabilmente il segreto del suo successo sta in una caratteristica di questa lingua. Ovvero quella di non usare le consonanti click, cioè le consonanti non polmonari e prodotte facendo schioccare la lingua contro il palato o contro i denti. Quest'assenza conferisce alla lingua la sonorità "asciutta e ritmata" che ha contribuito a portare al successo questo brano.

La canzone nasce come un brano gospel, è stato pubblicato quasi un anno fa, nel novembre del 2019 e prima che qualcuno la notasse e la rendesse popolare su TikTok era rimasta abbastanza emarginata. Il brano, spensierato e ballabile, poi è diventato l'esempio perfetto di come in un attimo si possa trovare una platea mondiale che, anche se non comprende nulla di ciò che viene detto, si adegua al ritmo e costruisce coreografie. La canzone, infatti, è una preghiera a Dio, un'invocazione a portarlo con sé: "Gerusalemme è la mia casa, guidami, portami con te non lasciarmi qui – canta Master KG -. Il mio posto non è qui, il mio Regno non è qui, guidami, portami con te".

La traduzione in italiano di Jerusalema
Gerusalemme è la mia casa,
guidami,
portami con te
non lasciarmi qui

Gerusalemme è la mia casa
guidami,
portami con te,
non lasciarmi qui

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602669922-3-toys-in.jpg

Il mio posto non è qui,
il mio Regno non è qui
guidami
portami con te

il mio posto non è qui
il mio Regno non è qui
guidami
portami con te

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602669922-3-toys-in.jpg

guidami
guidami
guidami
portami con te

Il testo originale di Jerusalema
Jerusalema ikhaya lami
Ngilondoloze
Uhambe nami
Zungangishiyi lana
Jerusalema ikhaya lami
Ngilondoloze
Uhambe nami
Zungangishiyi lana

Ndawo yami ayikho lana
Mbuso wami awukho lana
Ngilondoloze
Zuhambe nami
Ndawo yami ayikho lana
Mbuso wami awukho lana
Ngilondoloze
Zuhambe nami

Ngilondoloze
Ngilondoloze
Ngilondoloze
Zungangishiyi lana
Ngilondoloze
Ngilondoloze
Ngilondoloze
Zungangishiyi lana
Ndawo yami ayikho lana
Mbuso wami awukho lana
Ngilondoloze
Zuhambe nami
Ndawo yami ayikho lana
Mbuso wami awukho lana
Ngilondoloze
Zuhambe nami

Jerusalema ikhaya lami
Ngilondoloze
Uhambe nami
Zungangishiyi lana
Jerusalema ikhaya lami
Ngilondoloze
Uhambe nami
Zungangishiyi lana

Ndawo yami ayikho lana
Mbuso wami awukho lana
Ngilondoloze
Zuhambe nami
Ndawo yami ayikho lana
Mbuso wami awukho lana
Ngilondoloze
Zuhambe nami
Ngilondoloze
Ngilondoloze
Ngilondoloze
Zungangishiyi lana
Ngilondoloze
Ngilondoloze
Ngilondoloze
Zungangishiyi lana

Jerusalema ikhaya lami
Ngilondoloze
Uhambe nami
Zungangishiyi lana
Jerusalema ikhaya lami
Ngilondoloze
Uhambe nami
Zungangishiyi lana

Ndawo yami ayikho lana
Mbuso wami awukho lana
Ngilondoloze
Zuhambe nami
Ndawo yami ayikho lana
Mbuso wami awukho lana
Ngilondoloze
Zuhambe nami

Nella foto, donne pregano nella chiesa del Santo Sepolcro a Gerusalemme. 


© Riproduzione riservata