Cronaca Ragusa

La rissa del sabato notte a Marina di Ragusa

Storie di ordinaria follia

Ragusa - Marina di Ragusa come il far west, anche in questa coda d’estate. La notte tra sabato 5 e domenica 6 settembre gli abitanti del lungomare pedonale sono stati svegliati alle 4 del mattina da una donna che urlava aiuto. Chi si è affacciato alla finestra ha potuto vedere che sul lungomare, proprio in corrispondenza della spiaggia della Mancina, stava verificandosi l’ennesimo alterco a toni concitati tra due giovani uomini, accompagnati dalle rispettive compagne. A rendere lo scenario più inquietante del consueto la presenza di un bambino molto piccolo, tenuto in braccio da uno dei due contendenti, il quale per poter meglio spintonare il rivale, ha affidato il bimbo alla compagna sì da avere le mani libere. Chi non si fosse svegliato per le urla, ha sicuramente però sentito il momento in cui uno dei due ha infranto una bottiglia di vetro per poter meglio minacciare l’altro. Sul posto è intervenuta una pattuglia. La quale forse, vista l’utenza oramai incontrollabile della zona, dovrebbe rimanere di stanza sul lungomare, e proprio per evitare situazioni di emergenza e di degrado come quelle che quest’estate a Marina di a Ragusa si sono sprecate.


© Riproduzione riservata