Economia Gli incentivi

Bonus bici, click day il 3 novembre: chi arriva prima prende i soldi

Corsa al rimborso sul sito del ministero

Bonus bici, click day il 3 novembre: chi arriva prima prende i soldi

 Al via dal 3 novembre le richieste di incentivo fino a 500 euro per chi, dal 4 maggio al 31 dicembre, ha acquistato o acquisterà biciclette, anche a pedalata assistita, e monopattini. I versamenti seguiranno l’ordine di inserimento delle fatture sulla piattaforma del ministero dell’Ambiente, non la data d’acquisto riportata sullo scontrino: questo significherà un boom improvviso di domande, che rischia di tramutare il nuovo “click day” nell’ennesimo flop, per la già provata incapacità dei siti istituzionali di accogliere e gestire centinaia di migliaia di accessi in contemporanea.  Non è un caso che la stessa Ancma abbia invitato gli utenti a «prepararsi e approcciare la procedura con rigore e tempestività», munendosi di Spid e scanner della fattura.

Totalmente insufficienti, però, le risorse stanziate finora. Secondo  Confindustria i 210 milioni di euro attualmente destinati al bonus copriranno quasi 600mila richieste: in pratica tante quante sono state le bici acquistate solo nel primo mese di lockdown. Da qui a fine anno si calcola che arriveranno a circa un milione, senza contare i monopattini: la stragrande maggioranza dei cittadini, che ha optato per una mobilità verde e sostenibile, è destinata quindi a non ricevere nulla. Almeno per ora. Sergio Costa ha assicurato di essersi già accordato con il collega all’Economia Roberto Gualtieri per inserire nuovi fondi nella legge di bilancio. E magari per studiare anche forme di accesso al credito meno “competitive” e più eque. 


© Riproduzione riservata