Attualità Roma

Mascherina obbligatoria per chi fa attività motoria all'aperto

Mascherina all'aperto, obbligatoria per ogni attività motoria. Esonerato solo chi fa sport

La differenza fra attività motoria e attività sportiva

Ma che differenza c'è tra attività motoria e sportiva? Come si legge sul sito del Ministero della Salute, secondo l’OMS, con “attività fisica” si intende “qualunque movimento determinato dal sistema muscolo-scheletrico che si traduce in un dispendio energetico superiore a quello delle condizioni di riposo”. In questa definizione rientrano non solo le attività sportive, ma anche semplici movimenti come camminare, andare in bicicletta, ballare, giocare, fare giardinaggio e lavori domestici, che fanno parte della “attività motoria spontanea”. L’espressione “attività motoria” è sostanzialmente sinonimo di attività fisica. Con il termine di “esercizio fisico” si intende invece l’attività fisica in forma strutturata, pianificata ed eseguita regolarmente. Lo sport, quindi, comprende situazioni competitive strutturate e sottoposte a regole ben precise. È un gioco istituzionalizzato, codificato in modo tale da essere riconosciuto e riconoscibile da tutti per regole e meccanismi, ai quali si fa riferimento per la sua pratica in contesti ufficiali o non ufficiali.ività motoria all'aperto si dovrà indossare obbligatoriamente la mascherina. Può non metterla solo chi sta facendo attività sportiva. La precisazione arriva dal Viminale attraverso una circolare firmata ieri sera dal capo di Gabinetto Bruno Frattasi. Con l'atto vengono dati dei chiarimenti ai prefetti sul decreto legge approvato il 7 ottobre scorso.

La circolare del Viminale
La disposizione che prevede l'uso della mascherina «esenta dall'obbligo di utilizzo - scrive Frattasi - solo coloro che abbiano in corso l'attività sportiva e non quella motoria, non esonerata, invece, dall'obbligo in questione». Nelle bozze del decreto circolate nei giorni scorsi era scritto che dall'obbligo di utilizzare la mascherina erano esentati «i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva o motoria» ma nel testo pubblicato in Gazzetta l'esenzione è rimasta solo per coloro che fanno attività sportiva.

La differenza fra attività motoria e attività sportiva
Ma che differenza c'è tra attività motoria e sportiva? Come si legge sul sito del Ministero della Salute, secondo l’OMS, con “attività fisica” si intende “qualunque movimento determinato dal sistema muscolo-scheletrico che si traduce in un dispendio energetico superiore a quello delle condizioni di riposo”. In questa definizione rientrano non solo le attività sportive, ma anche semplici movimenti come camminare, andare in bicicletta, ballare, giocare, fare giardinaggio e lavori domestici, che fanno parte della “attività motoria spontanea”. L’espressione “attività motoria” è sostanzialmente sinonimo di attività fisica. Con il termine di “esercizio fisico” si intende invece l’attività fisica in forma strutturata, pianificata ed eseguita regolarmente. Lo sport, quindi, comprende situazioni competitive strutturate e sottoposte a regole ben precise. È un gioco istituzionalizzato, codificato in modo tale da essere riconosciuto e riconoscibile da tutti per regole e meccanismi, ai quali si fa riferimento per la sua pratica in contesti ufficiali o non ufficiali.
 


© Riproduzione riservata