Attualità Nuovo Dpcm

Mascherine a casa se si ricevono ospiti

Non sono obbligatorie, ma raccomandate

Stop alle gite scolastiche

Roma - Le mascherine? Non sono obbligatorie, ma sono raccomandate anche in casa tra non conviventi, stop agli sport amatoriali di contatto come calcetto, basket e pallavolo e stop anche alle gite scolastiche. Questi alcuni dei punti cardine del nuovo Dpcm che il governo potrebbe varare già stasera, illustrati dal premier Conte a Regioni e Comuni riuniti in videoconferenza. Da parte loro le Regioni hanno proposto di tornare alle lezioni a distanza per gli studenti delle superiori per alleggerire il trasporto pubblico.

«Nel Dpcm andremo a inserire la previsione delle mascherine all'aperto che abbiamo già messo in termini generali nel decreto legge. Mentre però è vincolante la norma sulle mascherine all'aperto, inseriremo una forte raccomandazione sulle mascherine all'interno delle abitazioni private in presenze di persone non conviventi. Non riteniamo di introdurre una norma vincolante ma vogliamo dare il messaggio che se si ricevono persone non conviventi anche in casa bisogna usare la mascherina», ha spiegato Conte nell'incontro con le Regioni e i Comuni.

Stop alle gite scolastiche 
Sospendere gli sport di contatto, come il calcetto o il basket, a livello amatoriale, ma consentirli a livello dilettantistico, per le società che abbiano adottato protocolli per limitare i contagi. È l'ipotesi che, a quanto si apprende, il governo avrebbe presentato alle Regioni e ai Comuni in vista del nuovo dpcm con le regole anti contagio. La ratio, viene spiegato, è non penalizzare chi per la ripresa dell'attività ha fatto investimenti e adottato protocolli, a partire dalle diverse federazioni sportive.

 Stop alle gite scolastiche, attività didattiche fuori sede e gemellaggi. È una delle misure proposte, secondo quanto si apprende, dal governo nel corso della cabina di regia con le regioni e gli enti locali. Il provvedimento dovrebbe entrare nel Dpcm che il premier Giuseppe Conte firmerà nelle prossime ore.

Chiusura locali senza servizio al tavolo alle 21. Per pub e ristoranti chiusura a mezzanotte
Chiusura dei locali senza servizio al tavolo e stop al consumo di cibo e bevande all'aperto dalle 21, in modo da evitare assembramenti. Chiusura di pub, locali e ristoranti con servizio al tavolo a mezzanotte. È la proposta che il governo ha fatto ai governatori e ai rappresentanti degli enti locali per limitare la movida.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1603719708-3-crai.jpg

Spettacoli
Il ministroFranceschini risponde all'appello degli artisti: "Non esiste il rischio di ridurre il limite di 200 spettatori al chiuso e di 1000 all'aperto per gli spettacoli".


© Riproduzione riservata