Attualità Miti metropolitani

Alcol e covid, i pericoli

L'alcol è un alleato del Coronavirus. Attenti a non esagerare alzando il gomito

Alcol e covid, i pericoli

L'alcol, per esso l'etanolo, aumenta i recettori Ace2 favorendo l'ingresso del Covid nel corpo umano. Non è vero che l’etanolo disinfetta e nemmeno che debella il virus del Covid o aumenta le difese immunitarie. L'etanolo distrugge le giunzioni cellulari in sede alveolare polmonare e favorisce la sovrapposizione batterica nonché lo “Tsunami citochimico” con incremento del rischio di intubazione. 

Durante la pandemia, raccontano gli specialisti, l'alcol è stato utilizzato anche come “silenziatore” dell'ansia e oggi si contano le conseguenze. Sul fisico e sulla psiche. Da febbraio a giugno il 20% dei pazienti ha avuto una ricaduta alcolica. In più, è stato rilevato un aumento del 15% di nuovi alcol dipendenti. Erano già consumatori sociali che hanno spinto il loro continuum alcolico verso la dipendenza.


© Riproduzione riservata