Attualità Sicilia

Lo Stromboli ha una sua “memoria”: lo studio degli scienziati

Il vulcano delle Eolie ha un’eruzione violenta ogni 4 anni

Lo Stromboli ha una sua “memoria”: lo studio degli scienziati

 I ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e dell’Università britannica di Bristol hanno misurato la «memoria» dello Stromboli, ovvero la ricorrenza statistica le sue esplosioni più forti - come quelle del 3 luglio e 28 agosto 2019 - per prevedere quando si verificherà la prossima. I risultati della ricerca,  pubblicati sulla rivista Scientific Reports, mostrano che queste eruzioni improvvise e molto più intense rispetto alla normale attività, tipiche del vulcano siciliano, si verificano in media una ogni 4 anni.

"Lo Stromboli attraversa negli ultimi anni una delle fasi di attività più intense della sua storia recente - rileva l’Ingv -. La stima della memoria della sua attività esplosiva darà un significativo contributo alla quantificazione della pericolosità di questi fenomeni e, di conseguenza, alla riduzione del rischio associato». Per questo i ricercatori hanno analizzato ben 180 eruzioni violente registrate sull’isola dal 1879 al 2020, rilevando come “il tasso annuale medio dei parossismi degli ultimi 140 anni è stato di 0.26 eventi all’anno, ovvero un evento ogni 4 anni circa”.


© Riproduzione riservata