Attualità Emergenza

Covid, salgono a 118 i medici morti in Italia

L'ultimo caso a Napoli, un medico di base infettato dai propri pazienti

Covid, salgono a 118 i medici morti in Italia

 I medici italiani tornano a morire di Covid-19. Gli ultimi sono Ernesto Celentano, medico di famiglia di Napoli, e Giovanni Briglia, otorino del San Camillo di Roma, deceduto nei giorni scorsi allo Spallanzani. Salgono dunque a 181 le vittime tra i camici bianchi registrate nel nostro Paese dall’inizio della pandemia. L’elenco dei “caduti” nella prima linea contro il Coronavirus è listato a lutto sul sito della Federazione nazionale degli Ordini dei medici.

Un’ulteriore conferma, per il duo Ricciardi-Crisanti, dell’impellenza di un lockdown 2 considerato inevitabile dall’epidemiologo e dal consulente ministeriale: «Ritengo che alcuni lockdown mirati vadano fatti subito, non bisogna aspettare Natale - dice Ricciardi -, oggi magari bastano due settimane, ma quando si va più avanti poi non bastano più». Il destino è segnato, insomma: inutile rimandarlo e trascinare mezze misure fino al 25 dicembre, quando potrebbe essere già troppo tardi. «Ero stato ottimista quando avevo detto Natale - aggiunge Crisanti -. I numeri che stanno venendo fuori sono un disastro, non mi aspettavo che il sistema territoriale si sbriciolasse così velocemente. Se invece di buttare soldi per acquistare i banchi a rotelle avessimo investito sul tracciamento e sulla capacità di eseguire i tamponi, oggi saremmo in una situazione differente».


© Riproduzione riservata