Cronaca Portopalo di Capo Passero

Sicilia, ragazzo pronto a lanciarsi nel vuoto, è il blue whale

Il giovane voleva suicidarsi, è stato fermato in tempo da un amico

Sicilia, ragazzo pronto a lanciarsi nel vuoto, è il blue whale

Portopalo di Capo Passero, Siracusa - Fermato appena in tempo da un compagnetto. Scongiurato un nuovo possibile caso di blue whale. E' successo a Portopalo, in una scuola media. Alcuni giorni fa, un alunno sarebbe stato quasi in procinto di lanciarsi a testa indietro da una finestra del bagno della scuola, sita al piano superiore dell’edificio. A dissuadere il ragazzo è stato un suo coetaneo che lo ha indotto, con decisione, a scendere dal punto in cui si era collocato e rientrare in classe.

Il blue whale è un gioco dell’orrore che ha già ucciso tanti adolescenti in tutto il mondo. La vicenda, data l’età del ragazzo, è stata trattata con il massimo della cautela e riservatezza dal personale scolastico. I due ragazzi sono stati prima ascoltati dal referente d’istituto, un docente di educazione fisica, che lo ha successivamente riferito alla dirigente scolastica. L’istituto ha ora attivato il servizio di supporto psicologico, per garantire tutte le tutele sia al ragazzo sia alla sua famiglia. 

Il fenomeno “balena azzurra”
Il Blue Whale è una discussa pratica che sembra provenire dalla Russia: viene proposta come una sfida in cui un cosiddetto “curatore” può manipolare la volontà e suggestionare i ragazzi sino ad indurli al suicidio, attraverso una serie di 50 azioni pericolose. Le prove prevedono un progressivo avvicinamento al suicidio attraverso pratiche di autolesionismo, comportamenti pericolosi e la visione a film dell’orrore e altre presunte “prove di coraggio”, che vengono documentate con gli smartphone e condivise in rete sui social».


© Riproduzione riservata