Catania

La corsa del fuoco, 2VS dal Vesuvio all'Etna in 110 ore senza assistenza

Ha preso il via il 18 ottobre da Ercolano

  • La corsa del fuoco, 2VS dal Vesuvio all'Etna in 110 ore senza assistenza
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-10-2020/1603185811-la-corsa-del-fuoco-2vs-dal-vesuvio-all-etna-in-110-ore-senza-assistenza-1-500.jpgLa gara
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-10-2020/la-corsa-del-fuoco-2vs-dal-vesuvio-all-etna-in-110-ore-senza-assistenza-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-10-2020/1603185811-la-corsa-del-fuoco-2vs-dal-vesuvio-all-etna-in-110-ore-senza-assistenza-1-280.jpg

Catania - Dal Vesuvio all'Etna in bicicletta senza assistenza. La seconda edizione della 2VS ha preso il via il 18 ottobre da Ercolano ed è tuttora in fase di svolgimento. Il Sud Italia può essere una destinazione ciclistica meno conosciuta rispetto alle Alpi e alle Dolomiti, ma Juliana Buhring, la prima donna a conquistare il Guinness World Record per circumnavigare il mondo in bicicletta, spera di cambiare questa situazione. La Two Volcano Sprint (2VS) è una sfida ciclistica non assistita che inizia e finisce sui due vulcani simbolo dell'Italia meridionale, il Vesuvio e l'Etna. Juliana Buhring ha creato l'evento insieme a Vito e Carlo Cinque dell'hotel Il San Pietro di Positano, con l'obiettivo di promuovere l'eco-sostenibilità e il turismo nel Sud Italia. L'itinerario segue la Costiera Amalfitana e quella Cilentana prima di addentrarsi nell'Appennino e attraversare infine la Sicilia orientale. Con poco più di 1.000 chilometri e più di 22.000 metri di dislivello, la 2VS è un evento creato per i ciclisti testardi e con gambe robuste che vogliono affrontare una nuova sfida. I partecipanti devono completare il percorso fisso GPS in totale autonomia e senza assistenza, trasportando la propria attrezzatura e acquistando cibo, acqua, risorse o alloggio laddove disponibili.

Il tempo limite per stilare una classifica ufficiale è di 110 ore, al termine delle quali si svolgerà una festa di fine corsa. Non ci sono premi in denaro o riconoscimenti, ma solo la soddisfazione di superare i propri limiti, di esplorare un’altra parte di questo pianeta e contribuire a migliorare la vita delle persone che ci vivono. Tutti i partecipanti hanno a disposizione un localizzatore GPS che ne aggiorna la posizione attuale ogni 5 minuti su una mappa online disponibile su www.twovolcanosprint.com e possono essere seguiti in diretta. La Two Volcano Sprint non è solo una sfida ciclistica. Grazie agli sponsor che coprono i costi organizzativi, il 100% delle quote di iscrizione è destinato a finanziare un progetto, un'iniziativa o un servizio che ha un impatto positivo sulla conservazione della natura, sulla sostenibilità ambientale o sull'azione per il clima, stimolando al contempo la crescita economica delle comunità locali in tutto il sud Italia.

La seconda edizione della Two Volcano Sprint vede la partecipazione di alcuni grandi nomi della scena ultracycling, però è sempre aperta a tutti i ciclisti che desiderano cimentarsi con le gambe e la fortuna in questa nuova sfida. La rimanenza di bilancio generata dalla 2VS del 2019 ha permesso di stipulare un protocollo di intesa tra il Comune di Agerola e la Humanitas di Agerola per il sostegno alimentare di famiglie prive di assistenza pubblica. Sono stati distribuiti dalla Humanitas 65 quintali di generi alimentari. 


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1605517077-3-bapr-arca.gif