Attualità Giarratana

Roccuzzo esce da XFactor a un passo dai live

X Factor 2020, Roccuzzo non convince Emma e dice addio ai Live. Delusione dei fan su Facebook

Roccuzzo esce da XFactor a un passo dai live

Giarratana - Non ce l’ha fatta, anche se con la sua interpetazione di “La notte” di Arisa ha emozionato ancora una volta Emma Marrone. Roccuzzo, ragusano di Giarratana, 24 anni, da qualche anno trapiantato a Luino, nel varesotto, ha più volte emozionato la sua potenziale coach, Emma, con la sua voce potente e personale, ma non ha però passato l’ultimo filtro dei “Last Call“ di X Factor.  Emma gli ha detto di no, preoccupata più che per il suo indubitabile talento vocale, per la sua fragilità. Molti in questo senso i commenti di delusione sulla pagina Facebook di XFactor Italia, per l’eliminazione di una delle voci più originali dell’edizione.

Il sogno infranto di Roccuzzo
Per il cantautore siciliano, in squadra con Emma, X Factor finisce a un passo dalla meta, l'ultima chiamata lo vede sconfitto dire addio al sogno di proseguire la gara. Giovedì, nella seconda parte dei Bootcamp, lo avevamo lasciato trionfante sulle note di “Say Something” del duo statunitense A Great Big World. Nessuna sbavatura, nessuna incertezza, la voce dell’artista ha sempre emozionato la giuria catalizzando l’attenzione su di sé. Più volte Emma stessa si è commossa non riuscendo a trattenere le lacrime, ma qualcosa era già nell'aria, a giudicare dalle parole sibilline della volta scorsa: “hai cantato molto bene, molto, molto bene, ma non so se sei pronto per i Live”. Il dilemma c'era e ieri sera si è concretizzato, anche grazie all'aiuto di Dardust, il produttore discografico, accanto a Emma per supportarla in questa fase, conferma la vulnerabilità del concorrente.

Le lacrime di Roccuzzo
"Innanzitutto voglio dirti che tutte le volte che ti ho sentito cantare hai sempre tirato fuori questo timbro molto particolare, molto emozionante, io credo che tu, Roccuzzo, debba trovare la tua identità, devi iniziare a lavorare su quello che vuoi essere tu, è un lavoro che mi piacerebbe moltissimo fare con te, ma il tempo è veramente stretto, per questo motivo non ti porto ai Live con me. Spero che tu possa capire”. Non è facile incassare il colpo, ma non c'è altro da fare, Roccuzzo ringrazia e si allontana, davanti alle telecamere, con voce rotta ammette che un po’ se l’aspettava. Piange e ha l'amaro in bocca perché “sembra che per un passo non ce la faccio mai, però sì, è la vita. Ci sta, si diventa più forti”.


© Riproduzione riservata