Attualità L'appello

"Subito misure drastiche ". Cento scienziati scrivono a Conte e Mattarella

"Più si rimandano più saranno dure, non aspettiamo centinaia di morti al giorno"

"Subito misure drastiche ". Cento scienziati scrivono a Conte e Mattarella

 Sottoscritto in massa da professori e scienziati l’appello del presidente dei Lincei, Giorgio Parisi "di assumere provvedimenti stringenti e drastici nei prossimi due o tre giorni" per "evitare che i numeri del contagio in Italia arrivino inevitabilmente, nelle prossime tre settimane, a produrre alcune centinaia di decessi al giorno". La lettera è stata spedita al premier Conte e al presidente Mattarella, firmata da 100 luminari, ricercatori e docenti universitari tra cui il rettore della Normale di Pisa, Luigi Ambrosio.

"Il necessario contemperamento delle esigenze dell'economia e della tutela dei posti di lavoro con quelle del contenimento della diffusione del contagio – si legge nel testo - deve ora lasciar spazio alla pressante esigenza di salvaguardare il diritto alla salute individuale e collettiva sancito dalla Carta costituzionale come inviolabile". “Più tempo si aspetta – avvertono -, più le misure che si prenderanno dovranno essere più dure, durare più a lungo, producendo quindi un impatto economico maggiore".


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1605517077-3-bapr-arca.gif