Attualità La statistica

Da noi il virus uccide di più: 4 decessi ogni 100 casi, ed è un "mistero"

Peggio di noi al mondo solo Messico e Iran: ecco le possibili spiegazioni

Covid, in Italia fa più morti: 4 ogni 100 casi, ed è un “mistero"

 Il Messico è al primo posto al mondo con quasi 10 persone decedute ogni cento che hanno contratto il virus. Segue l’Iran con 5. Quindi al terzo posto della classifica planetaria arriva l’Italia, dove l’indice di mortalità del Covid-19 è al 3,8. Quasi 4 malati ogni 100 non ce la fanno a superare l’infezione. Nulla a che vedere con altri paesi, anche europei, come la Germania, dove la percentuale e all’1,6%. Nel Vecchio Continente solo il Regno Unito è al nostro livello, con il 3,7% dei decessi, e la Svezia, al 3,6%, dove nessuno ha mai infilato la mascherina puntando in maniera fallimentare alla cosiddetta “immunità di gregge”. Anche Francia e Spagna sono parecchio al di sotto, superando di poco il 2%. L’Austria, nonostante abbia appena imposto il lockdown totale, è addirittura allo 0,8%. Come Israele. 

Non è che il virus si sia incattivito contro il nostro Paese: gli italiani pagano purtroppo l’anzianità della popolazione, molto più elevata rispetto alla media Ue, e la pessima efficienza del sistema sanitario pubblico. Ma nella percentuale dell’indice di letalità potrebbe in arte influire anche il numero di tamponi: più se ne fanno più il tasso, e in Germania appunto ne sono stati eseguiti ben 25milioni dall’inizio della pandemia contro i nostri 18 milioni. E allora la Gran Bretagna che ha già effettuato di 37 milioni di test, il doppio dei nostri? Una dose di mistero, sull’accanimento del Coronavirus contro l’Italia, per il momento ancora resta.


© Riproduzione riservata