Attualità Comiso

Comiso a grandi passi verso la zona rossa

Ci sono classi senza insegnanti perchè in quarantena

Comiso a grandi passi verso la zona rossa

Comiso -  "Attendiamo a brevissimo le disposizioni del governo regionale che molto probabilmente,
così mi è stato anticipato, si orienteranno verso una chiusura delle scuole secondarie di primo grado almeno per 15 giorni, e con l'attivazione della didattica a distanza". Il provvedimento potrebbe non riguardare solo Comiso ma anche altre città con maggiori criticità". Sono le parole del sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari che non nasconde la crescente preoccupazione che l'ha portata a chiedere provvedimenti più restrittivi per la sua comunità, non escludendo l'istituzione di una zona rossa. I casi di contagio continuano a crescere. Da 27 casi il 20 ottobre, si è passati a 344 di oggi, a un mese di distanza.
Sette le vittime. E anche le scuole iniziano a gestire i casi di contagio con difficoltà. Nella vicina Vittoria, dieci chilometri di distanza i casi di persone in isolamento domiciliare sono 893. Didattica a singhiozzo per insegnanti contagiati e alunni positivi.

"La scuola media di Pedalino per accordo fatto da dirigente scolastica e provveditore agli studi è già in didattica a distanza - dice il sindaco -, un'altra scuola media di Comiso avrà 17 classi senza insegnanti per problemi relativi alla quarantena di molti dei docenti dell'istituto e che dovrà operare in questo fine settimana le sanificazioni straordinarie. Appena arrivate comunicazioni di ulteriori quarantene presso la scuola media Verga". Con dati alla mano e supporto dell'Asp, la sindaca ribadisce la preoccupazione per l'escalation dei contagi e "pe l'impossibilità di dare soccorso e aiuto a quanti potrebbero averne bisogno nei prossimi giorni" se non venissero presi provvedimenti. "Questa è la ragione per la quale io ed altri colleghi sindaci abbiamo chiesto misure più stringenti. E' stata una richiesta, mentre siamo ancora in tempo, finalizzata ad arginare una situazione che sta per sfuggirci di mano".

I contagi nel ragusano
La situazione dei contagi in provincia di Ragusa non è tranquillizzante: sono 2.782 i soggetti attualmente positivi ai quali vanno aggiunti i 15 pazienti in Rsa (uno in piu' rispetto a ieri) e i ricoverati, i cui dati ancora non sono disponibili. Le persone in isolamento domiciliare sono cosi' distinte: Acate 73 (+3), Chiaramonte 48 (-), Comiso 344 (+20), Giarratana 24 (-1), Ispica 121 (+1), Modica 344 (+27), Monterosso 8 (+1), Pozzallo 144 (+13), Ragusa 609 (+22), Santa Croce 53 (-), Scicli 73 (-1), Vittoria 893 (-4). Sono 48 i soggetti positivi da fuori provincia. Sono in totale 71.325 i test effettuati (+820 rispetto a ieri) di cui 56.048 tamponi molecolari e 15.277 i test sierologici.


© Riproduzione riservata