Benessere Come combattere la cellulite

Tisane drenanti fai da te per combattere cellulite e ritenzione idrica

Tisane drenanti, quando la natura aiuta a combattere ritenzione idrica e cellulite.

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/04-04-2021/le-tisane-drenanti-fai-da-te-per-contrastare-ritenzione-idrica-e-cellulite-500.jpg Le Tisane drenanti fai da te per contrastare ritenzione idrica e cellulite

Cosa sono le tisane drenanti? Si tratta di soluzioni acquose fatte da una o più erbe con azione diuretica ; grazie all’unione dell’acqua con alcuni infusi o decotti in acqua fredda, le proprietà mediche delle erbe entrano in soluzione. Vengono utilizzate per combattere problemi di ritenzione idrica e come depurativi, scopriamole insieme come preparale a casa
Una tisana drenante sarà un ottimo alleato contro la ritenzione idrica, ma ha effetti benefici anche durante la sindrome premestruale o se si hanno problemi a calcoli renali o alla renella. Si possono aggiungere erbe specifiche che combattono l’eccessivo accumulo di lipidi, per la cellulite associate estratti di vite rossa e centella asiatica.
Le tisane drenanti inoltre sono un modo dolce e piacevole per assumere liquidi durante tutto l’arco della giornata, attivando però le proprietà curative delle erbe. In particolare, è bene associare delle erbe drenanti con delle erbe rimineralizzanti, che agiscano sulla circolazione o come depurativi per l’organismo. In questo modo, si avrà un beneficio complessivo su tutto l’organismo. 
Le 5 tisane drenanti contro la ritenzione idrica.
Le tisane drenanti sono composte da erbe naturali e normalmente vengono assunte lontano dai pasti. Le dosi si riferiscono ad una tazza di tisana, anche se è consigliato bere circa 3 tazze al giorno per attivare la funzione drenante delle erbe. Vi consigliamo di miscelare i composti di erbe e riporli in un barattolo di vetro con chiusura ermetica, da conservare al fresco e al buio per mantenere la loro efficacia.
Ecco 5 tisane consigliate dagli esperti per combattere gli inestetismi della cellulite
Tisana betulla e finocchio; Tisana ippocastano e gramigna ; The verde e peduncoli di ciliegio; Pilosella ed equiseto; Centella asiatica

Come preparare a casa la tisana sgonfiante di betulla e finocchio 
Le foglie di betulla sono un ottimo rimedio naturale per combattere la ritenzione dei liquidi perché agiscono efficacemente sul sistema linfatico. I semi di finocchio svolgono un’azione sgonfiante; aggiungeremo anche della melissa che, oltre ad avere un buon gusto, agisce come antispasmodico e rilassante delle mucose.
Ingredienti per 50 gr di Tisana :Betulla foglie › 20 g Finocchio semi › 20 gr Melissa foglie › 10 gr
Procedimento: In un pentolino portate ad ebollizione 300 ml di acqua; Versate un cucchiaio di tisana alla betulla e finocchio e lasciate in infusione per 7-8 minuti; Filtrate con un colino e bevete durante l’arco della giornata. Questa tisana potete prepararla il giorno prima per bere almeno 3 tazze al giorno durante l’arco della giornata successiva. Non è necessario dolcificare questo infuso grazie ai semi di finocchio molto gradevoli al gusto.

Tisana con gramigna e ippocastano, come preparala a casa
La gramigna è tristemente nota per le allergie che provoca in molti soggetti durante il periodo primaverile, ma è molto utile per agevolare la naturale eliminazione dei liquidi in eccesso nell’organismo. L’ippocastano svolge un’azione tonica sui vasi sanguigni. Arricchiremo la ricetta con delle scorze di arancio amaro che sono utili per mantenersi in forma e bruciare i grassi.
Ingredienti per 50 gr di Tisana: Gramigna foglie › 20 g Ippocastano foglie › 20 gr Scorze di arancio amaro › 10 gr
Come preparare la tisana a casa: In un bollitore portate ad ebollizione 250 ml di acqua e versate un cucchiaio di questa tisana drenante alla gramigna e ippocastano; Lasciate in infusione per circa almeno 5 minuti, filtrate e bevete durante l’arco della giornata, potete berne fino a 4 tazze. Potete dolcificare questo infuso con del miele o dello zucchero di canna grezzo. Se siete allergici alla gramigna potete sostituirla con della betulla oppure dell’ortosifonide.
Perché le tisane siano efficaci è però fondamentale assumerle regolarmente, tutti i giorni per un periodo di almeno un mese o due, proprio perché la concentrazione di principio attivo è più bassa rispetto ad un concentrato in tintura madre o estratto secco, che può prevedere un periodo di utilizzo anche inferiore.


© Riproduzione riservata