Attualità Le regole

Covid Italia, la nuova mappa dei colori al via da oggi

Solo 4 regioni in rosso, il Paese è quasi tutto arancione

Covid Italia, la nuova mappa dei colori al via da oggi

 Roma - Il tasso di contagio medio nazionale ieri è risalito al 6,2% dal 5,4 eppure da oggi, lunedì 12 aprile, l’Italia è quasi tutta arancione. Sulla base dei dati dell’Iss 6 regioni - Emilia Romagna, Friuli, Lombardia, Piemonte, Toscana e Calabria - entrano nella fascia di rischio intermedia insieme a Marche, Abruzzo, Lazio, Molise, Basilicata, Veneto, Trento, Liguria, Umbria e Sicilia; mentre solo la Sardegna passa in rosso assieme a Val d’Aosta, Puglia e Campania. Le zone gialle non verranno ripristinate almeno fino al 30 aprile, così come gli spostamenti extraregionali tranne in caso di necessità lavorative, sanitarie, per rientro nell’abitazione o per turismo estero.

Ricordiamo che in area arancione è permesso muoversi una volta al giorno all’interno del comune, verso un’unica dimora privata, fra le ore 5 e le 22, limitato a 2 persone accompagnate da under 14 o non autosufficienti conviventi. Nei comuni con meno di 5mila abitanti è consentito spostarsi fino a 30 km, ad esclusione che verso i capoluoghi. Per le scuole superiori è garantita, teoricamente, la didattica in presenza dal 50 al 75% del totale della popolazione studentesca mentre tutti i gradi inferiori si svolgono in presenza. La regola non vale nelle aree sottoposte a lockdown locale o investite da un’eccezionale peggioramento del quadro epidemiologico. L’attività fisica è consentita solo all’interno del comune, in forma individuale. Mostre, musei e circoli culturali restano chiusi come in zona rossa; anche bar e ristoranti seguono le stesse norme della massima fascia di rischio. Sono aperti tutti i negozi, solo i centri commerciali restano chiusi nel fine settimana e nei giorni festivi. 


© Riproduzione riservata