Benessere Salute

Vitamina d: i cinque benefici che devi conoscere

Tra i suoi benefici, recentemente è stato dimostrato che la vitamina D può avere effetti benefici sulla depressione

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-06-2021/vitamina-d-i-cinque-benefici-che-devi-conoscere-500.jpg Vitamina d: i cinque benefici che devi conoscere

Cos’è nello specifico la vitamina D?
La vitamina D, detta anche “sunshine vitamine”, la vitamina del sole, poiché prodotta in risposta all’esposizione solare, esercita importanti funzioni per il nostro organismo ma non solo, scopri i 5 benefici che devi conoscere . Si sente spesso ripetere che un corretto apporto vitaminico è fondamentale per la salute del nostro organismo e questo articolo vuole concentrarsi proprio sull’importanza di una di queste: la vitamina D.
Oltre all’ormai noto contributo allo sviluppo e rafforzamento delle ossa, pare agisca su vari livelli contrastando le infezioni e gli stati febbrili, ma anche fenomeni quali la perdita di capelli, la depressione e i dolori neuro-muscolari.
I vantaggi per chi assume la vitamina D
La vitamina d è un potente stimolatore del sistema immunitario, una protezione per il cuore grazie al fatto che riduce il rischio di aterosclerosi e ipertensione, un aiuto per irrobustire le ossa, ecco perché è importante assumere vitamina D, vediamo dunque cinque benefici tutti da scoprire.
Gli studi
Uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology ha evidenziato come l’incidenza di infarti nelle persone con livelli normali di vitamina D sia nettamente più bassa rispetto a coloro che vengono colpiti da problemi cardiovascolari e con deficit o carenze importanti. Tra le altre cose la vitamina D è importante per stimolare la produzione di insulina, con azione protettiva e preventiva anche per il diabete, ma è di supporto importante anche per proteggere dalle patologie neurodegenerative come ad esempio il Morbo di Parkinson secondo autorevoli studi americani.

Cos’è nello specifico la vitamina D?
Parliamo di una vitamina liposolubile, presente nell’organismo umano sotto forma di ergocalciferolo o vitamina D2 e colecalciferolo (vitamina D3). La D2 è presente negli alimenti di origine vegetale mentre la D3 nei prodotti di origine animale e quest’ultima nello specifico viene sintetizzata tramite la pelle grazie all’esposizione ai raggi del sole. Le due forme della vitamina devono subire delle reazioni chimiche per essere attivate, reazioni che avvengono nel fegato e nel rene, arrivando così alla forma attiva della vitamina.
La vitamina del sole
Chiamata anche vitamina del sole, la vitamina D si rivela un preziosissimo alleato anche nella cura e prevenzione delle patologie della pelle come ad esempio psoriasi, vitiligine e dermatiti, ma è di grande aiuto anche per l’umore, perché stimola produzione di serotonina, dopamina ed endorfine. Parliamo di una vitamina liposolubile, presente nell’organismo umano sotto forma di ergocalciferolo o vitamina D2 e colecalciferolo (vitamina D3).
Tra le altre cose recenti studi hanno dimostrato come un deficit di vitamina D sia connesso anche a infertilità maschile: un terzo degli uomini che non riesce ad avere figli, infatti, palesa una sua mancanza.
La D2 è presente negli alimenti di origine vegetale mentre la D3 nei prodotti di origine animale e quest’ultima nello specifico viene sintetizzata tramite la pelle grazie all’esposizione ai raggi del sole.
Le due forme della vitamina devono subire delle reazioni chimiche per essere attivate, reazioni che avvengono nel fegato e nel rene, arrivando così alla forma attiva della vitamina.

Depressione e vitamina D
Recentemente è stato dimostrato che la vitamina D può avere effetti benefici sulla depressione, condizione sempre più diffusa che compromette molti aspetti della vita portando a una vera e propria disabilità. Il meccanismo biologico che spiegherebbe la sua azione sulla depressione non è stato ancora chiarito, ma i ricercatori si sono chiesti se la sua supplementazione potesse migliorare l’umore di questi pazienti. I risultati sono stati positivi! L’assunzione di vitamina D attraverso la dieta o gli integratori, ha portato a un miglioramento degli stati depressivi nei pazienti analizzati. Uno studio condotto su pazienti anziani e depressi ha riportato allo stesso modo risultati interessanti sull’importanza di questa vitamina.
Gli anziani depressi, a volte anche per impossibilità di muoversi e uscire all’aria aperta, tendono a restare confinati in casa limitando l’esposizione alla luce del sole: per questo motivo sono particolarmente soggetti a carenze della vitamina D. Ma non dimentichiamoci che la vitamina D esercita un effetto positivo anche sull’umore delle persone che sono in salute.


© Riproduzione riservata